Milano, tornano i concerti degli Amici della Musica

Share post:

di Gaiaitalia.com

 

 

 

La stagione 2017 dell’Associazione amici di musica/realtà fondata nel 1998 dal musicologo Luigi Pestalozza e giunta alla sua XIX edizione, torna da martedì prossimo 11 aprile, presso la Sala Arte Povera del Museo del Novecento, con cinque incontri-concerto, a ingresso gratuito, fino al mese di dicembre, oltre a due giornate di studio e di esecuzioni dedicate alla musica elettroacustica e programmate per l’autunno con data ancora da definirsi.

Il programma dei cinque concerti, pensato e ideato da Luigi Pestalozza recentemente scomparso (a lui è dedicato l’intero ciclo di eventi) è intitolato “Il cammino della voce” e verte sulla vocalità da camera nell’arco di tempo storico che va dall’inizio dell’Ottocento fino ai nostri giorni. Propone un itinerario stilistico e poetico che attraversa tre aree temporali ed estetiche precise.

Si inizia dall’Ottocento, con autori romantici, preromantici o tardoromantici come Beethoven, Schubert, Schumann, Liszt, Wolf, Brahms e Strauss, il cui contributo allo sviluppo del linguaggio vocale e liederistico è di primaria importanza per la qualità della ricerca compositiva, in strettissima relazione con le scelte letterarie. Si prosegue con il primo Novecento e l’epoca delle prime avanguardie storiche, con autori decisivi per l’affermazione dei nuovi linguaggi della modernità musicale come Schoenberg, Debussy, Stravinskij, Berg, Webern, Busoni e Ives. L’ultima parte sarà dedicata alla contemporaneità, il tempo a noi più vicino degli ultimi decenni e dell’ultima metà del Novecento. Saranno eseguiti brani sia di autori ormai storici, ma ancora di straordinaria attualità come Britten, Kurtag, Dallapiccola, Malipiero, Nono, sia di autori viventi e di primissimo piano proposti in prima esecuzione assoluta. Tra questi ultimi: Coluccino, Rannev, Ciccaglioni, Guarnieri, Melchiorre, Haber, Ambrosini, Kourliandsky, Cosmi, Rojac, Ricci, Lachenmann, Gervasoni, Damiani, Abate, Šipuš e Manzoni.

Il ciclo di concerti propone dunque un itinerario storico affascinante e completo, approfondito, esteso, ma anche avanzato, fino a toccare la contemporaneità e le tendenze più attuali della musica vocale da camera. Un modo per leggere in controluce anche le vicende più ampie e problematiche, non solo della storia musicale in generale, ma anche della nostra civiltà e della nostra visione artistica dall’Ottocento a oggi. Al centro di tutto la voce umana e il suo intimo rapporto con il pianoforte (per i primi quattro concerti) e con un ensemble cameristico più esteso (il quinto e ultimo concerto). Gli esecutori, di assoluta eccellenza, sono il soprano Joo Cho e il pianista Marino Nahon, impegnati nei primi quattro concerti, ma coinvolti anche nell’ultimo, il 12 dicembre, insieme al mezzosoprano Martina Goiçeta Siliç e al Cantus Ansambl di Zagabria diretto da Berislav Šipuš.

 




 

I primi quattro concerti (11 aprile, 9 maggio, 6 giugno, 7 novembre) si terranno presso la Sala Arte Povera del Museo del Novecento, mentre l’ultimo (12 dicembre) si terrà presso la Sala Puccini del Conservatorio Verdi di Milano. Tutti i concerti sono a ingresso gratuito.

Martedì 11 aprile il primo concerto proporrà un programma dal fascino irresistibile: Ludwig van Beethoven,An die ferne Geliebte, op. 98; A. Schönberg, Vier Lieder, op. 2; Charles Debussy, Trois chansons de Bilitis; Igor Stravinskij, Tre liriche giapponesi; Gian Francesco Malipiero, Due sonetti del Berni; oltre naturalmente alle prime esecuzioni assolute di Coluccino, Rannev, Ciccaglioni.

 

 

(5 aprile 2017)

 

 

 

 

©gaiaitalia.com 2017 – diritti riservati, riproduzione vietata

 



 

potrebbero interessarvi

Allerta gialla a Milano per maltempo fino al 29 maggio

di Redazione Milano Il Centro funzionale monitoraggio rischi di Regione Lombardia ha diramato un’allerta meteo gialla (rischio ordinario) per...

Ricercata arrestata dalla Polizia di Stato nella stazione di Milano Centrale

di Redazione Milano Ieri, la Polizia Ferroviaria di Milano ha arrestato una cittadina bosniaca di 34 anni perché destinataria di...

Civitas Como sul benessere degli animali d’affezione

di Redazione Como Sul territorio del Comune di Como all'oggi sono presenti 10.160 cani più di 12.000 gatti e 5...

La Corte Costituzionale ferma la legge della Lombardia sui “taser”

di P.M.M. La Corte Costituzionale ha detto no alla possibilità che consentiva alla Polizia Locale do usare i "dissuasori...
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: