Home / Comune di Milano / Casapound, Palmeri (Lista Parisi): “Si operi per non far tornare anni bui a Milano”

Casapound, Palmeri (Lista Parisi): “Si operi per non far tornare anni bui a Milano”

di Gaiaitalia.com, #Milano

 

 

 

“Mi auguro che tutti (incluso, anzi a partire da, noi Consiglieri comunali) operino per non far tornare Milano, nella sua attività amministrativa, nel suo dibattito politico e nel suo vivere civico, ad anni bui della vita repubblicana, che a loro volta riprendevano momenti di divisioni laceranti per la Città e l’Italia intera. Non ci può e non ci deve essere spazio per chi esercita violenza contro altri cittadini e contro le Istituzioni e per chi si pone al di là della Costituzione e dei nostri valori di Libertà”. Lo ha detto Manfredi Palmeri, Consigliere comunale liberale di Milano e Capogruppo della Lista Civica Parisi, aggiungendo: “Va ricordato inoltre che l’interruzione del lavoro di un corpo amministrativo, oltre che essere un’azione antidemocratica, è anche un reato penale. Lo abbiamo detto quando è accaduto ad opera di un centro sociale in Commissione e lo ripetiamo in questi giorni per Casa Pound in Consiglio, augurandoci che questo valga per tutti e da parte di tutti, e non in funzione di possibili vicinanze o utilità politiche. Non è invece credibile chi fa finta di niente oggi (serve una presa di posizione unitaria) e chi ha fatto finta di niente ieri (serve sapere che fine abbia fatto la denuncia contro il centro sociale e perché non si sia ritenuto di sollevare la questione in Prefettura)”.

Così il rappresentante della Lista Parisi a Palazzo Marino in un comunicato stampa giunto in redazione.

“Proprio durante gli scontri si è tenuto un bell’incontro di Energie per l’Italia di Stefano Parisi e quest’ultimo ha evidenziato che pur nella nettezza delle posizioni politiche, che nel merito possono essere diverse, è fondamentale soprattutto in questa fase così importante per l’Italia che si unisca al massimo sui valori condivisi contro chi vuole lacerare il Paese, dividerlo, aumentare le tensioni sociali. Per i milanesi che hanno visto le immagini degli scontri, non è infatti stato accettabile sapere interrotti i lavori dell’amministrazione della Città e impiegati decine e decine di operatori delle Forze dell’Ordine (che ringraziamo ancora), non per difendere la sicurezza di tutti ma per arginare la violenza di pochi”, ha concluso Manfredi Palmeri.

 

 

(1 luglio 2017)





 

©gaiaitalia.com 2017 – diritti riservati, riproduzione vietata

 



 

 

 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi