Home / L'Opinione Milano / Condannato per incitamento all’odio razziale nei confronti di rom e migranti il Sindaco di Albettone

Condannato per incitamento all’odio razziale nei confronti di rom e migranti il Sindaco di Albettone

di Giancarlo Grassi #NoRazzismo twitter@milanonewsgaia #maiconsalvini

 

Alla trasmissione La Zanzara di Radio24, che personalmente sospenderei – altro che prendersela con Oscar Giannino e buttarlo fuori – aveva rilasciato dichiarazioni che definire discutibili è un eufemismo gentile: ed infatti c’ha pensato la Giustizia.

Le frasi incriminate sono state particolarmente due: “Non vogliamo extracomunitari. Qua non vogliamo nessuno che venga a rompere i coglioni” e riferendosi quindi all’ipotesi che alcuni richiedenti asilo venissero ospitati nel Comune di Albettone, e con riferimento alle case individuate per dare ospitalità, si era espresso così: “O le muriamo o le riempiamo di merda; dimmi cosa viene a fare un immigrato ad Albettone che rischia la pelle. Lo devono capire che siamo razzisti” e, non pago, aveva aggiunto che – scrive Repubblica – le persone di colore hanno un quoziente di intelligenza “molto più basso, lo dimostra la storia; esportiamo cervelli e importiamo negri, pensa dove andremo”.

Poi la ciliegina sulla torta: “Facciamo il più grande allevamento d’Europa di maiali se dovesse essere che vogliono aprire una moschea ad Albettone”. Aveva poi aperto il capitolo sui Rom: “I nomadi delinquono. Loro ce l’hanno nel Dna. Io ho già preparato delle delibere che prima di mandarmi qualsiasi profugo il prefetto deve dirmi come si chiama e che malattie ha avuto nella sua vita e noi ti aspettiamo col fucile in mano”.

Il Sindaco di Albettone di Vicenza, Joe Formaggio, è stato condannato dal Tribunale civile di Milano per comportamento discriminatorio e incitamento all’odio razziale nei confronti di rom e migranti. Dovrà pagare un risarcimento danni di 12mila euro e le spese legali alle associazioni di Milano Avvocati per niente e Asgi-Associazione studi giuridici sull’immigrazione, che avevano denunciato le “dichiarazioni violentemente oppositive alla possibilità che alcuni richiedenti asilo venissero destinati ad occupare abitazioni site all’interno del Comune di Albettone nei confronti dei quali venivano altresì pronunziate frasi dal chiaro contenuto discriminatorio”.

Perché questa notizia nella rubrica “L’Opinione”, direte voi? Perché per come è andata non è soltanto una sentenza, non è soltanto una notizia, è anche un’opinione. E l’opinione è: basta odioBasta.

 

(2 settembre 2019)

©giaitalia.com 2019 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 




 

 

 

 

 

 


 




Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi