Home / Animali / La Lombardia dice no allo stop agli animali nei circhi. Una vergogna

La Lombardia dice no allo stop agli animali nei circhi. Una vergogna

di Redazione #Milano twitter@milanonewsgaia #Animali

 

Il Consiglio regionale della Lombardia ha bocciato la mozione promossa dai 5 stelle che chiedeva alla Regione a trazione leghista di impegnarsi nell’eliminare l’uso di animali nel circo dicendo no alla mozione presentata dal grillino Luigi Piccirillo che ha dimostrato, a nome del movimento al quale appartiene, di non avere idea di chi fossero gli alleati di governo che Di Maio si era scelto a giugno 2018 e che hanno devastato il Movimento.

Solo pochi giorni prima nella Commissione permanente del Senato era stata approvata la risoluzione in materia di “Dismissione dell’utilizzo degli animali nei circhi e negli spettacoli viaggianti, con riferimento ai criteri di riparto del fondo unico dello spettacolo”. Dopo il no della Lombardia leghista di Fontana la palla passa al Governo che deciderà se consentire o meno la presenza di orsi, elefanti, tigri e altri animali negli spettacoli circensi.

Il “no” lombardo è solo un’altra delle tante vergognose prese di posizione leghiste.

 

(1 febbraio 2020)

©gaiaitalia.com 2020 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 





 

 

 

 

 

 

 




Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi