PubblicitàAttiva DAZN
14.4 C
Milano
11 C
Roma
PubblicitàAltroconsumo Investi

MILANO

Pubblicità

MILANO SPETTACOLI

HomeMilano & Lombardia PoliticaFontana indagato (anche) per autoriciclaggio, non si fa mancare niente

Fontana indagato (anche) per autoriciclaggio, non si fa mancare niente

SEGUITE GAIAITALIA.COM MILANO anche su TELEGRAMIscrivetevi al nostro Canale Telegram

di G.G., #Politica

Siccome l’allegra giunta Fontana ha deciso di passare alla storia per non essersi fatta (e non averci fatto) mancare nulla, il presidente della Lombardia Attilio Fontana è ora indagato (anche) per autoriciclaggio. L’ipotesi di reati (due nuovi reati) è della Procura di Milano per i quali il governatore risulta iscritto sono autoriciclaggio e false dichiarazioni nella voluntary disclosure di 5,3 milioni di euro depositati su un conto svizzero, a suo dire frutto di una eredità, sul quale è stata avviata una rogatoria con la quale la Procura intende far luce sull’origine dei 5,3 milioni scudati nel 2015 da Fontana.

Fontana fatto sapere tramite i suoi avvocati che “non intende lasciare alcuna ombra in relazione alla procedura di voluntary disclosure” del denaro detenuto in Svizzera. I PM hanno anche richiesta la comparazione dei una firma ritenuta “falsa con quella del governatore e della madre”.

Lui è “stupefatto”. Pensate quanto sono stupefatti i Lombardi. E pensate quanto può essere lucida la gestione della pandemia da parte di un governatore assediato dalla Procura.

 

(2 aprile 2021)

©gaiaitalia.com 2021 – diritti riservati, riproduzione vietata

 




 

 

 

 

 




CRONACA

Pubblicità

LOMBARDIA