PubblicitàAttiva DAZN
17.2 C
Milano
14.6 C
Roma
PubblicitàAltroconsumo Investi

MILANO

Pubblicità

MILANO SPETTACOLI

HomenotizieClemente Mastella, il ritorno: "Serve alleanza, facciamo Margherita 2.0". Per guardare al...

Clemente Mastella, il ritorno: “Serve alleanza, facciamo Margherita 2.0”. Per guardare al futuro, diciamo….

SEGUITE GAIAITALIA.COM MILANO anche su TELEGRAMIscrivetevi al nostro Canale Telegram

di Daniele Santi, #Politica

Se c’era bisogno di fuochi d’artificio (bagnaticci) c’ha pensato Clemente Mastella che mentre si agitano le acque dell’alleanza tra RenziToti, anzi della federazione tra l’Italia viva e l’Italia coraggiosa – spostarsi a destra, ma con discrezione – scandisce dall’alto della sua ultra ottuagenaria esperienza che “Serve alleanza, facciamo una Margherita 2.0” perché per guardare al futuro in questo paese, tocca sempre guardare indietro alla gerontopolitica.

Teatro della lancio (il botto si sentirà dopo) il Brancaccio di Roma, abituato allo stile comico dei suoi attori, dove Clemente Mastella ha battezzato la sua nuova creatura politica Noi di centro, e siccome al Brancaccio è il preparazione il musical su Aladino scomodare il genio della lampada non è certo fuori luogo.

Così ecco il la all’ennesima nuova formazione veterodemocristiana, vecchia non solo all’anagrafe, con tanto di simbolo di speranzoso azzurro cerchiato e scritta “Noi di centro” con l’ennesima striscia tricolore vista per l’ennesima volta, perché essere di centro in questo paese significa sempre strizzare l’occhio alla destra. Non può mancare il nome del leader, naturalmente. E viene da piangere.

 

(5 dicembre 2021)

©gaiaitalia.com 2021 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 

 

 

 

 



LOMBARDIA