Milano, contrasto allo spaccio di droga: 3 arresti della Polizia di Stato

Condividi:

di Redazione Cronaca

Ieri sera a Milano la Polizia di Stato ha arrestato due persone per detenzione di sostanze stupefacenti. Gli agenti della VI Sezione della Squadra Mobile, costantemente impegnati sul territorio, hanno individuato un cittadino cinese di 35 anni dedito all’attività illecita di spaccio di sostanze stupefacenti. Verso le ore 22 circa, a bordo della propria auto, l’uomo è giunto in Corso Buenos Aires. Ad un tratto si è fermato, ha messo le quattro frecce e, frettolosamente, si è recato all’interno di uno stabile da dove, dopo alcuni minuti, con la stessa velocità è sceso e si è rimesso in movimento. All’angolo con Viale Tunisia, l’uomo è stato fermato e controllato dai poliziotti. all’interno di uno scomparto sotto il volante di guida è stato rinvenuto un sacchetto con 5,2 grammi di shaboo e, all’interno dei pantaloni, il 35enne aveva 1.500 euro in contanti.

Nel corso della perquisizione il cittadino cinese, che ha precedenti per rissa, danneggiamento e partecipazione a giochi d’azzardo, è stato trovato nella disponibilità di un mazzo di chiavi in merito alle quali ha riferito versioni contrastanti con il chiaro intento di eludere i controlli e nascondere agli agenti il proprio domicilio. Tuttavia, dopo accurati accertamenti, i poliziotti della Squadra Mobile hanno individuato un appartamento in via Ungaretti dove sono stati rinvenuti 152 grammi di shaboo, 52 grammi di ketamina, bilancini di precisione per la pesatura delle sostanze e una busta con 38 mila euro in contanti. Contestualmente è stata operata una perquisizione anche all’interno dell’appartamento di corso Buenos Aires dove, nel corso del servizio, il cittadino cinese era stato visto entrare: lì è stato identificato un cittadino venezuelano di 45 anni, con precedenti specifici per spaccio di shaboo, che in casa aveva 15 grammi di shaboo, 3 grammi di MDMA, 2 grammi di ketamina e una dose di cocaina, il tutto occultato all’interno del pomello di una tenda, un bilancino di precisione e un manoscritto con cifre e nomi.

Ieri pomeriggio, invece, la Squadra Mobile ha predisposto un servizio di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti nell’area boschiva di San Donato Milanese.

Verso le 16 gli agenti della VI Sezione hanno notato la presenza di un cittadino marocchino di 26 anni che, con fare sospetto, continuava ad effettuare e ricevere telefonate dando l’impressione di essere in attesa di qualcuno: dopo alcuni minuti, è giunta un’autovettura con a bordo due cittadini italiani. Lo straniero si è avvicinato al finestrino lato passeggero e ha ceduto una dose di cocaina da 0,5 grammi dietro corrispettivo di una somma di denaro. Dopo lo scambio, l’uomo è tornato frettolosamente nell’area boschiva e si è messo in sella a una bicicletta subito gettata prima di scappare, alla vista degli agenti, e lanciare a terra un involucro; i poliziotti lo hanno recuperato e rinvenuto 16 grammi di cocaina mentre l’uomo aveva circa 600 euro provento dell’attività illecita.

Sabato scorso, infine, i poliziotti della Squadra Mobile hanno arrestato un italiano di 57 anni, incensurato: gli agenti della 6ª Sezione hanno individuato l’uomo quale persona dedita allo spaccio di cocaina all’interno di una sala slot di Gaggiano (MI) presso la quale prestava attività lavorativa in qualità di dipendente. Nel corso del servizio è giunta un’autovettura che si è fermata davanti al locale e dalla quale è sceso un cittadino algerino che, portatosi velocemente all’interno, ne è uscito dopo pochi minuti per rimettersi a bordo del veicolo.

Considerata tale condotta anomala, i poliziotti lo hanno controllato e trovato in possesso di una dose di cocaina da 0,3 grammi appena acquistata. Gli agenti della Squadra Mobile sono allora entrati nella sala slot e hanno rinvenuto, in un barattolo occultato sotto la scrivania ove l’uomo era seduto, 19 dosi di cocaina identiche per confezionamento a quella ceduta all’acquirente, per un totale di circa 10 grammi oltre a 180 euro. Occultate all’interno di una torcia ulteriori due involucri di cocaina per circa 2,5 grammi mentre, nel locale magazzino, un ulteriore involucro contenente 1,5 grammi di cocaina e materiale per il confezionamento.

 

(2 febbraio 2022)

©gaiaitalia.com 2022 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 

 

 

 

 

 



potrebbero interessarvi

Giarrusso annuncia “Entro nel PD” e si recapita a casa Bonaccini come un polpettone avvelenato

di Daniele Santi Alla volata finale dei quattro candidati alla segreteria del PD mancava una polpetta avvelenata e potendo fare...

Ingiurie sul web contro Liliana Segre: venti denunciati

di D.S. Poco importa che tra i venti denunciati a piede libero per le ingiurie postate sul web contro la senatrice...

ASA Milano incontra i candidati alle elezioni regionali della Lombardia

di Redazione Politica ASA-Associazione Solidarietà Aids ha deciso di iniziare il 2023 con un appuntamento “speciale”: un incontro sabato...

Matteo Messina Denaro, la politica si assuma le responsabilità di cercare e dare risposte su possibili coperture

di Massimo Mastruzzo* Sulla vicenda di Matteo Messina Denaro, risulta difficile credere possibile che nessun parlamentare, di qualsiasi forza politica,...
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: