La Polizia Locale di Milano addestrerà le unità cinofile del Comune di Brescia

Share post:

di Redazione

 

 

 

La Polizia locale di Milano, grazie alle competenze maturate negli anni, curerà la preparazione delle nuove unità cinofile della Polizia locale di Brescia attraverso un accordo per la realizzazione di un corso di formazione e addestramento. Il Nucleo Cinofili della Polizia locale di Milano, composto da cani poliziotto e antidroga, è operativo dall’ottobre 2000 e svolge attività di vigilanza nei parchi cittadini e nei pressi delle scuole, oltre a fornire un valido supporto ad altri reparti operativi o ad altri enti, anche fuori dal territorio del Comune di Milano.

Grazie all’alto livello di professionalità maturata in questi anni ha inoltre fornito assistenza tecnica a quelle istituzioni che intendevano costituire un proprio reparto specialistico. In particolare, il Nucleo ha prestato diverse attività di collaborazione e di consulenza finalizzate a selezionare e istruire il personale impiegato in tale servizio, individuare gli animali da addestrare, garantire il supporto tecnico per le prestazioni accessorie come la realizzazione della struttura logistica per il ricovero dei cani, la fornitura di alimenti e di farmaci, l’assistenza veterinaria, ordinaria e straordinaria.

La Polizia locale di Brescia sosterrà tutte le spese, ovvero il costo del ricovero dei cani e un rimborso pari al 50% delle prestazioni lavorative del personale del Nucleo Cinofili della Polizia locale di Milano nell’attività di formazione e addestramento delle nuove unità cinofile.

“La Polizia locale porta capacità e professionalità – ha detto l’assessore alla Sicurezza Carmela Rozza – oltre i confini milanesi. Il Nucleo Cinofili ha dimostrato, per ultimo con i recenti interventi in via Padova e in via Gola, grande competenza, riuscendo a rintracciare gli stupefacenti nascosti dagli spacciatori arrestati. Un’attività estremamente qualificata e l’esperienza maturata ha fatto di questo Nucleo un punto di riferimento per le unità cinofile della Polizia locale delle altre città”.

“Questo tipo di unità – ha aggiunto il Comandante della Polizia Locale Antonio Barbato – si è rivelata molto utile per contrastare la diffusione dello spaccio di stupefacenti. Negli anni le capacità di questo gruppo si sono affinate tanto da fare dei suoi componenti dei formatori in grado di addestrare altre unità. La diffusione di questi reparti specialistici darà una grande mano al lavoro della Polizia locale”.

 

 

 

(12 dicembre 2016)

 

 

 

 

 

 

©gaiaitalia.com 2016 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

potrebbero interessarvi

Allerta gialla a Milano per maltempo fino al 29 maggio

di Redazione Milano Il Centro funzionale monitoraggio rischi di Regione Lombardia ha diramato un’allerta meteo gialla (rischio ordinario) per...

Ricercata arrestata dalla Polizia di Stato nella stazione di Milano Centrale

di Redazione Milano Ieri, la Polizia Ferroviaria di Milano ha arrestato una cittadina bosniaca di 34 anni perché destinataria di...

Civitas Como sul benessere degli animali d’affezione

di Redazione Como Sul territorio del Comune di Como all'oggi sono presenti 10.160 cani più di 12.000 gatti e 5...

La Corte Costituzionale ferma la legge della Lombardia sui “taser”

di P.M.M. La Corte Costituzionale ha detto no alla possibilità che consentiva alla Polizia Locale do usare i "dissuasori...
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: