Home / Milano Spettacoli / La Scala celebra con diciotto minuti di applausi il tenore Placido Domingo

La Scala celebra con diciotto minuti di applausi il tenore Placido Domingo

di Redazione, #Milano twitter@milanonewsgaia #Spettacoli

 

Agli irriducibili che lo hanno applaudito per oltre 18 minuti, in piedi, Placido Domingo ha concesso e improvvisato l’aria No puedo ser della zarzuela La cameriera del porto di Sorozabal, a cappella e con la buca dell’orchestra dell’Accademia della Scala ormai vuota e i fiori lanciati dalla platea sul palco della Scala di Milano. È standing ovation. Delle accuse di molestie sessuali e delle polemiche che hanno portato il tenore spagnolo a dimettersi dalla direzione dell’Opera di Los Angeles non v’è traccia.

Sullo stesso palco della Scala in cui debuttò il 7 dicembre del 1969 con l’Ernani, Domingo ha ripercorso parte del repertorio verdiano nel concerto di Gala in occasione del suo 50/o anniversario. L’ouverture del Nabucco, eseguita dall’orchestra diretta dal maestro Evelino Pidò, e poi Pietà, rispetto e amore e Sappia la sposa mia dal Machbet.

Con lui sul palco a celebrare queste nozze d’oro con il Piermarini, oltre al coro dell’Accademia, anche la soprano Saioa Hernßndez (che per questa stagione sarà la Tosca di Davide Livermore nella tournée scaligera a Tokyo), il basso di fama internazionale Ferruccio Furlanett e il tenore Jorge de Leon, nelle sinfonie del Don Carlo, de I Vespri Siciliani (tanti gli applausi per il preludio) e de Il Trovatore.

Sono in diversi quelli venuti a Milano dall’estero “esclusivamente” per lui. Da Madrid, Istanbul, dalla Francia o dalla Germania e per nessuno di loro è la prima volta. In platea ad applaudire i cantanti anche Anna Netrebko, fresca di Floria, e il sovrintendente uscente Alexander Pereira, anche lui sul palco ad abbracciare un Placido Domingo commosso e i cantanti che con lui hanno condiviso questo anniversario.

Il suo repertorio, con 151 ruoli e oltre 4.000 esibizioni nei teatri più prestigiosi del mondo, è ineguagliato da qualsiasi altro cantante. Nel 2020 debutterà come Guido di Monforte sempre nei Vespri Siciliani di Verdi al Festival di Salisburgo.

 

 

(16 dicembre 2019)

@gaiaitalia.com 2019 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 

 




 

 

 




 

Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi