Il Capodanno del branco: diciotto giovani perquisiti. Due fermati a Milano e Torino

Share post:

di Redazione Milano

“Alto pericolo di fuga” per i due giovani di 21 e 18 anni, italiani di seconda generazione, fermati dalla Polizia nelle due città, dopo il riconoscimento facciale operato grazie a sofisticati apparecchi elettronici, la conferma delle vittime che li hanno riconosciuti, e grazie alle loro bravate commentate sui social quasi fossero un trofeo.

Il procuratore facente funzioni Riccardo Targetti, scrive il Corriere, ha spiegato che i fermi sono stati necessari a causa dell’ alto rischio di fuga degli indagati. I fermi dovranno ora essere esaminati e convalidati dal gip di Milano e di Torino.

Lo scorso 11 gennaio diciotto giovani, tra i quali tre minorenni, erano stati identificati e sottoposti a perquisizione per le violenze su 9 ragazze avvenute a Milano la notte di Capodanno. Le perquisizioni erano avvenute tra Milano e Torino. Secondo il Corriere i ragazzi si aggregavano per le molestie per disperdersi subito e ritrovarsi in un altro luogo ed agire per una nuova molestia.

I perquisiti erano quindici maggiorenni e tre minorenni, età comprese tra i 15 e i 21 anni, sia stranieri sia italiani di origini nordafricane, rintracciati dagli agenti della Squadra Mobile di Milano e del Commissariato Centro che hanno utilizzato anche software per il riconoscimento facciale grazie ai commenti rilasciati sui social il giorno successivo alle aggressioni, perché oltre che violenti sono anche ingenui.

Pesantissimi i reati contestati: violenza sessuale di gruppo, rapina e lesioni aggravate. Non si escludono altri sviluppi delle indagini nelle prossime ore.

 

(11 gennaio 2022, ultimo aggiornamento 12 gennaio 20220 ore 13.56)

©gaiaitalia.com 2022 – diritti riservati, riproduzione vietata

 




 

 

 

 

 

 

 



potrebbero interessarvi

PNRR: a Brescia 2.302 € per abitante a Foggia solo 102

di Pasquale Cataneo e Massimo Mastruzzo* È sempre sgradevole dirlo, ma noi abbiamo fatto seguire alle parole e alle...

E’ iniziata la battaglia per il Pirellone: è il “redde rationem” delle destre

di Giancarlo Grassi Non avendo capito nulla della recente batosta alle amministrative, nonostante Zaia che parla della vittoria delle destre...

Lombardia. Allerta gialla per rischio temporali e rischio idrogeologico

di Redazione Lombardia Il Centro funzionale monitoraggio rischi della Regione Lombardia ha diramato un’allerta meteo gialla (rischio ordinario) in...

Adesso Salvini vuole una centrale nucleare a Baggio, “il mio quartiere”. O dell’avere contezza

di Redazione Politica Una centrale nucleare a Baggio, quartiere popolare a ovest di Milano. E' l'ultima boutade del fantasioso...
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: