Educazione, oltre 450 ragazzi stranieri aiutati dal servizio “cerco-offro scuola”

Share post:

Milano Scuole Immigratidi Redazione

 

 

 

Tra i bisogni primari dei giovani stranieri che arrivano in città, quello di trovare una scuola adatta alle loro caratteristiche e ai loro interessi viene raramente ricordato. Eppure è lo strumento più importante di cui i ragazzi e le ragazze migranti possano disporre per costruirsi un nuovo futuro, lontano dai loro Paesi di origine. Per aiutarli, con un progetto unico in Italia, il Comune di Milano ha lanciato nel 2015 “Cerco-Offro Scuola”, lo sportello di orientamento scolastico rivolto agli stranieri dai 14 ai 25 anni giunti nel nostro Paese dopo il gennaio 2013, che si occupa di fornire accoglienza, consiglio e accompagnamento all’iscrizione ai neo arrivati, con il coinvolgimento delle famiglie.

Uno sportello sempre attivo – soprattutto in questi giorni estivi in cui si concentra la maggioranza dei nuovi arrivi – che dalla sua apertura a gennaio 2015 ha già accolto 458 giovani, di cui oltre 50 nelle ultime sei settimane.

“Una scuola davvero accessibile, anche per chi è da poco arrivato nel nostro Paese, è la migliore presentazione che una città possa fare di sé – afferma la vicesindaco e assessore all’Educazione, Anna Scavuzzo -. Solo così possiamo fornire a ragazzi e ragazze migranti una formazione completa e adeguata alle loro aspirazioni, sviluppare una diffusa società della conoscenza e, in ultima analisi, costruire una Milano sempre più aperta ed accogliente”.

L’utenza è soprattutto di provenienza filippina, peruviana e salvadoregna, ma non mancano le persone di origine cingalese, egiziana e boliviana. Si tratta di ragazzi e ragazze inviati allo sportello da associazioni o da privati che, venuti a conoscenza del servizio, lo hanno promosso tra le famiglie che intraprendono il ricongiungimento familiare e portano a Milano i figli in età scolare, spesso datori di lavoro o amici a cui i genitori stranieri chiedono aiuto per il loro futuro inserimento scolastico. Significativi anche i casi di richiesta di informazioni da parte dei genitori che vogliono preparare al meglio l’arrivo dei figli che si trovano ancora nel paese di origine, in modo da consentire una giusta preparazione dei documenti e un migliore orientamento in base agli interessi e agli studi preesistenti. Ci sono, infine, gli interventi di riorientamento per gli stranieri che si sono inseriti nella scuola italiana senza potersi informare sui diversi indirizzi esistenti, e che spesso scontano un più alto rischio di dispersione.

Le richieste, insomma, non mancano. Tanto che lo sportello Cerco-Offro Scuola, nato come progetto pilota finanziato da fondi europei, è diventato un servizio permanente che il Comune di Milano ha deciso di rendere strutturale e disponibile durante tutto l’anno solare.

La sede dello sportello è in via Pastrengo 6. L’accesso è su appuntamento attraverso richiesta e-mail all’indirizzo di posta elettronica Ed.CercoOffroScuola@comune.milano.it.

 

 

 

 

 

(23 agosto 2016)

 

 

 

 

 

 

 

©gaiaitalia.com 2016 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 

 

potrebbero interessarvi

Banda di sconsiderati che “c’avevate trombato” il Bossi

di Giancarlo Grassi Era una vera e propria catastrofe quella creata dalla sconsiderata segreteria di Salvini che continua a...

Regio Insubrica. A Varese assemblea generale per passaggio di consegne da Ticino a Lombardia

di Redazione Lombardia L'assessore regionale a Enti locali, Montagna e Piccoli Comuni, Massimo Sertori, parteciperà domani, mercoledì 28 settembre,...

“You Are Darwin”. Il nuovo viaggio nell’evoluzione delle specie. Pavia, Museo Kosmos

di Redazione Cultura Way Experience, VIS e il Sistema Museale d’Ateneo dell’Università di Pavia presentano You Are Darwin, in anteprima...

Banda di sconsiderati che c’avete trombato il Bossi

di Giancarlo Grassi E' una vera e propria catastrofe quella creata dalla sconsiderata segreteria di Salvini che continua a...
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: