A Milano i grandi eventi internazionali della moda per promuovere il Made in Italy

Share post:

milano-modadi Redazione

 

 

 

 

Realizzare a Milano due volte l’anno in occasione della sfilate moda donna del 2017 grandi eventi internazionali per promuovere il Made in Italy. Questo uno degli obbiettivi principali del protocollo di intesa sottoscritto oggi a Roma al Mise in occasione della riunione del Comitato Moda Italia, che ha visto la presidenza del sottosegretario Ivan Scalfarotto e la partecipazione dei rappresentanti dell’Agenzia ICE, del Comune di Milano e delle più importanti realtà associative ed imprenditoriali del settore moda.

“Il protocollo di oggi conferma la vicinanza e l’attenzione di tutte le Istituzioni nazionali e locali verso un comparto produttivo sempre più strategico per il  Paese e la volontà di fare di Milano una vetrina riconosciuta a livello internazionale di tutto il Made in Italy”, commenta l’assessore al Commercio, Moda e Design, Cristina Tajani. “Oggi – prosegue l’assessore – confermiamo un’alleanza tra operatori privati e settore pubblico che consentirà di concentrare presenze di buyers, operatori e turisti in un’unica settimana strategica per la città”.

L’intesa prevede oltre al potenziamento del sistema sfilate, soprattutto per le collezioni donna il miglioramento del coordinamento e la razionalizzazione di tutto il polo fieristico di settore, così da facilitarne la fruizione da parte dei buyers stranieri nonché il coinvolgimento delle istituzioni e degli enti che hanno interesse a promuovere Milano quale città simbolo del Made in Italy, anche mediante l’organizzazione di eventi aperti che valorizzino la città e le sue infrastrutture.

L’obiettivo è quello di imprimere una decisa accelerazione all’internazionalizzazione del settore, tale da permettere la completa e compiuta espressione delle sue potenzialità. Per fare questo si vuole rendere Milano, a partire dal prossimo settembre 2017, in occasione delle Settimane della Moda donna, il place to be per tutti gli operatori del settore nel mondo.

Un impegno che prevede per quel periodo la presenza in contemporanea nel capoluogo lombardo di tutte le rassegne fieristiche, i mercati o gli showcase di quei segmenti della filiera che svolgono le loro rassegne in sedi diverse da Milano o in altri periodi dell’anno, così da concentrare e mostrare per intero la ricca ed articolata offerta della moda Made in Italy.

 

 

 

 

(12 ottobre 2016)

 

 

 

 

 

 

 

©gaiaitalia.com 2016 – diritti riservati, riproduzione vietata

 


 

 

 

 

potrebbero interessarvi

Contro l’Omolesbobitransfobia bandiera Arcobaleno sulla facciata di Palazzo Marino

di Redazione LGBTIQA+ In occasione della Giornata internazionale contro l'omofobia, la bifobia e la transfobia, su invito del Consiglio comunale...

Siluri dentro Forza Italia: salta in aria il coordinatore Solini

di Daniele Santi La granitica unità (che non c'è) della destra si riscontra anche nei metodi di epurazione del...

Milano Centrale: la Polizia di Stato arresta tre persone

di Redazione Milano Il 13 maggio la Polizia Ferroviaria di Milano ha arrestato un cittadino algerino di 40 anni...

Civitas Como. Un luogo per tutti: gli Skaters

di Redazione Como Loro sono skaters. Si ritrovano tutti i giorni in largo Spallino, di fronte all'ex chiesa di San...
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: