Street Food, presentate le “Isole itineranti del Gusto” per le pause di milanesi e turisti

Share post:

di Gaiaitalia.com, #Milano 

 

 

 

I sapori e i gusti dello street food si trovano nelle vie del centro. Presentati in via Beltrami dall’Assessore alle Politiche per il Lavoro, Attività produttive e Commercio, Cristina Tajani, alcuni esempi di mezzi a basso impatto ambientale che consentiranno a milanesi e turisti di scoprire le più autentiche e gustose ricette dello street food italiano e internazionale.

I 50 operatori (11 hanno partecipato alla fase di sperimentazione iniziale e 39 sono nuovi) propongono, oltre a prodotti DOP, IGP, STG e PAT, anche sapori cosmopoliti. Tra i riconfermati troviamo, ad esempio,“Mozzarella e Dintorni” che propone bruschette e quanto è tipico nel territorio salentino.“Pop Dog” reinterpreta il classico hot dog statunitense nelle varianti messicana, giapponese ecc. “Sapori in movimento” suggerisce gnocco e tigelle accompagnate dai più conosciuti e apprezzati salumi emiliani.

Tra le novità presenti in via Beltrami “PicoBrew”,un pub itinerante ideale per chi ama le birre artigianali realizzate con materie prime del territorio milanese.“Pestofino”che ripropone sapori e profumi del Tigullio, dalla pasta fresca alle salse per condire, da quella al basilico a quella alle noci. Infine i gelati della “Gelateria Gorini”, che porterà in centro città i più tipici gusti preparati con ingredienti DOP e IGP come i pistacchi di Bronte, i limoni di Sorrento, lo zafferano de L’Aquila o le amarene brusche di Modena, oltre a “Street Juice” che propone centrifughe, frullati ed estratti derivati da frutta e verdura biologici e a chilometro zero.

I mezzi utilizzati (tricicli o quadricicli) hanno tutti un’estetica compatibile con il contesto urbano e una dimensione massima in esercizio di 3,60 mt di lunghezza per 1,70 di larghezza, oltre a essere eco-friendly a trazione a pedali o assistita e a motore elettrico.

I singoli mezzi possono sostare per un tempo massimo di due ore e rispettare una distanza minima di 250 metri dalla presenza di un operatore similare.Nei giorni concomitanti lo svolgimento di mercati settimanali scoperti o fiere,’attività di street food può essere svolta solo a una distanza minima di 500 metri dagli stessi. Per garantire la civile convivenza con la cittadinanza gli operatori che necessitano di utilizzare olio bollente o griglie sono dotati di apposite cappe per l’abbattimento degli odori. I cinquanta operatori sono soggetti al pagamento di un canone Cosap.





(25 luglio 2017)

 

 

©gaiaitalia.com 2017 – diritti riservati, riproduzione vietata




 

 

potrebbero interessarvi

Ricercata arrestata dalla Polizia di Stato nella stazione di Milano Centrale

di Redazione Milano Ieri, la Polizia Ferroviaria di Milano ha arrestato una cittadina bosniaca di 34 anni perché destinataria di...

Civitas Como sul benessere degli animali d’affezione

di Redazione Como Sul territorio del Comune di Como all'oggi sono presenti 10.160 cani più di 12.000 gatti e 5...

La Corte Costituzionale ferma la legge della Lombardia sui “taser”

di P.M.M. La Corte Costituzionale ha detto no alla possibilità che consentiva alla Polizia Locale do usare i "dissuasori...
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: