PubblicitàAttiva DAZN
17 C
Milano
17.1 C
Roma
PubblicitàAltroconsumo Investi

MILANO

Pubblicità

MILANO SPETTACOLI

HomeCultura Milano & LombardiaA Brescia lo spettacolo "Il Testimone", dalla mafia alla libertà. Il 29...

A Brescia lo spettacolo “Il Testimone”, dalla mafia alla libertà. Il 29 settembre

SEGUITE GAIAITALIA.COM MILANO anche su TELEGRAMIscrivetevi al nostro Canale Telegram

di Gaiaitalia.com, #Brescia

 

 

“Il Testimone”, spettacolo con Bebo Storti e Fabrizio Coniglio in programma venerdì 29 settembre alle 21 all’Auditorium San Barnaba, fa parte di “Dalla mafia alla libertà – Accendiamo la luce”, programma di prevenzione e contrasto del crimine organizzato attraverso l’aiuto alle vittime e la presa di coscienza dei cittadini. L’iniziativa è stata realizzata dal Comune di Brescia con il contributo di Regione Lombardia e in collaborazione con Questura di Brescia e C.C.I.A.A. di Brescia.

L’azione scenica di Mario Almerighi e Fabrizio Coniglio, prodotta da Tangram Teatro e distribuita da Gershwin Spettacoli, racconta, facendo parlare solamente i fatti, un episodio lontano e dimenticato dalla memoria collettiva: quello dell’assassinio del magistrato Giacomo Ciaccio Montalto, impegnato nell’indagare i rapporti fra mafia di Trapani e narcotrafficanti.

Un pezzo di storia contemporanea, tratteggiata seguendo oggettivamente i fatti che si verificarono prima e dopo l’assassinio. Giacomo Ciaccio Montalto è il primo magistrato che si impegna con grande professionalità contro la mafia del trapanese, legata a filo doppio con quella americana. È solo, più che solo a Trapani, ma ha un amico lontano che vive a Roma, un giudice di nome Mario Almerighi, a cui confida le proprie paure e le proprie indagini: la mafia ha anche contatti dentro al Tribunale di Trapani. Il 25 gennaio del 1983 Ciaccio Montalto viene barbaramente assassinato.

Nel 1993 Andreotti è messo sotto processo per concorso esterno in associazione mafiosa. Vent’anni dopo la morte di Giacomo Ciaccio Montalto, Mario Almerighi decide di testimoniare su quanto a sua conoscenza al Processo Andreotti: sente di doverlo a Giacomo per il suo coraggio, per la loro amicizia e per la verità. Ingresso gratuito fino a esaurimento dei posti disponibili.





(28 settembre 2017)

©gaiaitalia.com 2017 – diritti riservati, riproduzione vietata

 



 

 

LOMBARDIA