PubblicitàAttiva DAZN
15.6 C
Milano
18.3 C
Roma
PubblicitàAltroconsumo Investi

MILANO

Pubblicità

MILANO SPETTACOLI

HomeComune di MilanoOpen Data Milano: quasi 67mila milanesi votano dall'estero

Open Data Milano: quasi 67mila milanesi votano dall’estero

SEGUITE GAIAITALIA.COM MILANO anche su TELEGRAMIscrivetevi al nostro Canale Telegram

di Redazione #Milano twitter@milanonewsgaia #Politica

 

Il portale Open Data del Comune di Milano si arricchisce di un nuovo rilascio settimanale. Sono stati infatti pubblicati due dataset relativi alle elezioni europee 2019. Nel primo dataset è possibile consultare la rilevazione semestrale del corpo elettorale a partire dal 1988. Il dataset contiene la popolazione fissata dall’ultimo Censimento decennale, il numero delle sezioni, con indicazioni del numero delle sezioni ospedaliere, il numero di iscritti alle liste elettorali per genere, il numero di diciottenni che votano per la prima volta e il numero di elettori residenti all’estero.

Nel 1988 il corpo elettorale era formato da 1.254.604 iscritti, di cui 10.014 diciottenni che andavano al voto per la prima volta nel 1988, diventati 4.548 nel 1998 su 1.124.081 iscritti alle liste elettorali, 4.098 nel 2008 su 1.008.082 e 4.972 nel 2018 su un totale di 1.027.788 iscritti. I votanti all’estero sono passati dai 20.112 del 1988 ai 27.542 nel 1998 fino ai 29.567 nel 2008 e i 66.222 del 2018. Le sezioni totali erano 2.160 nel 1988, mentre dal 1998, anno in cui tutti i comuni hanno subito una riduzione di un terzo delle sezioni, oscillano tra le 1.254 e le 1.248.

Il secondo dataset riguarda invece lo stradario elettorale, cioè l’abbinamento di ciascuna via e ciascun civico con una sezione elettorale. I rilasci dei dataset continueranno a cadenza settimanale sul portale dati.comune.milano.it. All’indirizzo opendatamilano@comune.milano.it è possibile inviare richieste per la pubblicazione didataset specifici.

 

 




 

 

(12 maggio 2019)

©gaiaitalia.com 2019 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 

 

 

 

 

 

 




 

 

CRONACA

Pubblicità

LOMBARDIA