PubblicitàAttiva DAZN
17.2 C
Milano
14.6 C
Roma
PubblicitàAltroconsumo Investi

MILANO

Pubblicità

MILANO SPETTACOLI

HomeCultura Milano & LombardiaBookCity: Ciallo Milano, rassegna "noir" nelle case popolari

BookCity: Ciallo Milano, rassegna “noir” nelle case popolari

SEGUITE GAIAITALIA.COM MILANO anche su TELEGRAMIscrivetevi al nostro Canale Telegram

di Redazione #Milano twitter@milanonewsgaia #BookCity

 

Tra i molteplici appuntamenti in programma per Bookcity,  che apre oggi l’edizione 2019, viene inaugurata quest’anno la rassegna di incontri letterari “Giallo Milano”, sei appuntamenti di e sul genere noir con dieci autori che, per la prima volta, si terranno nei quartieri di case popolari da domani a domenica.

La rassegna è promossa dall’assessorato alle Politiche sociali e abitative e da MM, che gestisce il patrimonio di case popolari del Comune. “Un’iniziativa a cui teniamo molto – dice l’assessore di competenza Gabriele Rabaiotti – in linea con lo sforzo che stiamo compiendo di apertura dei quartieri popolari alla città e viceversa. È bene che Milano e i milanesi riconoscano questi cortili e questi quartieri come propri, che li vivano cogliendone le opportunità e cerchino di non isolarli dal resto della geografia urbana”.

Di seguito i dettagli del programma, dedicato ai generi che spaziano dal tradizionale giallo al fantasy:

  • giovedì 14, alle 18 in via Palmanova 59, incontro con gli autori Riccardo Besola, Andrea Ferrari e Francesco Gallone;
  • venerdì 15: alle 18,30 in viale dei Mille 1 incontro con Michele Frisia, alle 19 in via Solari 40 con Stefano Di Marino e con Andrea Carlo Cappi;
  • sabato 16 il primo incontro è alle 11 in via Maspero con Rosa Teruzzi, il secondo alle 21 presso la Centrale dell’acqua di piazza Diocleziano, con Cecilia Scerbanenco e Alberto Riva;
  • ultimo appuntamento  domenica mattina alle 11 in via Saint Bon 6 con Valeria Montaldi.

Tutti gli eventi sono gratuiti e ad ingresso libero.

 

 

(13 novembre 2019)

©gaiaitalia.com 2019 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 

 




 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 




LOMBARDIA