HomeComoComo. La responsabilità del Sindaco per un comune che continuamente inciampa

Como. La responsabilità del Sindaco per un comune che continuamente inciampa

Pubblicità

di Redazione, #Como

Dalla cronaca.

È un dato che l’attuale Segretario Generale del comune di Como, scelto dal sindaco Landriscina, fu revocato da analogo incarico nel comune di Arese. La revoca fu siglata nel febbraio 2013, a pochissime settimane dalle nuove elezioni amministrative, dalla Commissaria prefettizia dr.ssa Anna Pavone, chiamata a reggere il comune di Arese con i poteri di sindaco, giunta e consiglio dopo lo scioglimento di quest’ultimo.

(Articolo: Colpo di scena: “il commissario cambia segretario sebbene manchino solo 3 mesi alla fine dell’incarico” del 15/03/2013 a cura di Ombretta Rinieri su dettoschietto.it)

Il testo Unico degli Enti locali

All’art. 100 leggiamo: “il segretario può essere revocato con provvedimento motivato dal Sindaco …, previa deliberazione della giunta, per violazione dei doveri d’ufficio”.

Lo stesso concetto è ripreso dall’ art. 15 del D.P.R. n. 465 del 1997: “Il segretario può essere revocato ai sensi dell’art. 17, comma 71, della legge. Il provvedimento motivato di revoca è adottato dal sindaco o dal presidente della provincia su deliberazione della giunta, previo contraddittorio con l’interessato. A tal fine, sono preventivamente contestate per iscritto le gravi violazioni ai doveri di ufficio, sono valutate le giustificazioni rese per iscritto, ed è sentito personalmente il segretario, qualora lo richieda, in sede di seduta della giunta comunale e provinciale”.

Le funzioni del Segretario Generale

Il Segretario esprime il parere di regolarità su tutte le delibere in approvazione e coordina l’attività degli uffici. Una delle attività principali è il sovrintendere alle funzioni svolte dai dirigenti e al loro coordinamento, non escluso il potere avocativo in caso di inerzia o di inadempienza nello svolgimento delle funzioni proprie dei dirigenti.

Dalla componente amministrativa dipende il funzionamento e l’efficacia dell’azione di un comune.

La responsabilità del sindaco.

L’ordinamento prevede che sia il sindaco a nominare il Segretario, scegliendolo tra gli iscritti in un apposito Albo, e che questo resti in carica fino al termine del suo mandato.

In quest’ultima vicenda relativa a Ticosa, incomprensibile ai cittadini, ci siamo chiesti se il Segretario Generale non avrebbe potuto, o forse dovuto, avocare a sé la gestione della procedura come soluzione estrema alla gravissima situazione, anche per non aggravare i possibili danni alla cittadinanza.

Dobbiamo tutti, a questo punto, chiederci se il Segretario Generale voluto dal sindaco, o a lui imposto dai partiti di maggioranza, sia davvero il migliore tra i Segretari possibili per il bene della nostra città.

Così un comunicato stampa di Civitas Como.

 

(2 maggio 2021)

©gaiaitalia.com 2021 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 




 

 

 

 

 

 

 




Pubblicità
Pubblicità

SEGUITECI

4,474FansMi piace
2,387FollowerSegui
115IscrittiIscriviti

DA LEGGERE

Pubblicità

PRIMA PAGINA MILANO

POTREBBERO INTERESSARTI

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi