Marocco, liberata Ikram Nazih

di Redazione, #dirittiumani

La diplomazia italiana in questo caso è riuscita a liberare la giovane studentessa italo-marocchina ingiustamente ed ingiustificatamente – per odio misogino di una non meglio precisata piccola organizzazione religiosa marocchina, che l’ha denunciata – per aver condiviso su Facebook un’immagine considerata oltraggiosa per l’Islam. La giovane ha sempre sostenuto che a postarla su suo profilo era stato un altro utente – l’analisi della provenienza del post sarebbe stata assai semplice, a volerapprofondire.

Tre anni la prima condanna e la Corte d’Appello che rivede la sentenza a due mesi. Già scontati, dato che Ikram Nazih era in prigione da giugno. Una bella notizia.

 

(23 agosto 2021)

©gaiaitalia.com 2021 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 

 

 

 

 



Related Articles

SEGUITECI

4,655FansMi piace
2,369FollowerSegui
119IscrittiIscriviti
Pubblicità

ULTIME NOTIZIE

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: