PubblicitàAttiva DAZN
17 C
Milano
17.1 C
Roma
PubblicitàAltroconsumo Investi

MILANO

Pubblicità

MILANO SPETTACOLI

HomeMilano & Lombardia PoliticaMilano, nasce l’associazione “Nonne per il clima”, promossa da Bruna Colacicco. Obiettivi:...

Milano, nasce l’associazione “Nonne per il clima”, promossa da Bruna Colacicco. Obiettivi: impegno ecologico e per l’emergenza climatica

SEGUITE GAIAITALIA.COM MILANO anche su TELEGRAMIscrivetevi al nostro Canale Telegram

di Redazione, #Milano

Arrivano in Italia, a Milano, le “Nonne per il Clima” che marceranno e lavoreranno per l’ambiente e per l’ecologia. Per tutti, per gli anziani – le prime vittime dell’emergenza climatica – per i bambini e per i giovani. Per quelli che sono o potrebbero essere i loro figli e i loro nipoti.

L’associazione “Nonne per il Clima” si costituirà nei prossimi giorni e sarà pronta a partire subito dopo le amministrative comunali milanesi del 3 e del 4 ottobre prossimo. Nei programmi, una serie di iniziative per l’emergenza climatica, ma soprattutto un ruolo di monitoraggio, di stimolo, di sollecitazione nei confronti del governo e delle amministrazioni civiche.

L’iniziativa nasce da Bruna Colacicco, pediatra e scrittrice, candidata a Milano per il consiglio comunale nella lista di Europa Verde, nata dallo storico partito dei Verdi.

“Per fondare il nostro movimento – spiega Bruna Colacicco – ci siamo ispirate alle svizzere “Klimaseniorinnen” (Anziane per il Clima) – cofondatrici Anne Mahrer, ex parlamentare svizzera dei Verdi, e Norma Bargetzi Horisberger, psicoterapeuta – attive da qualche anno. Abbiamo chiesto di integrare con noi la loro esperienza e di lavorare insieme, in un’ottica internazionale ed europea. Contiamo di creare con loro una buona sinergia per lavorare concretamente. Abbiamo solo voluto modificare un po’ il nome, ci sentiamo più nonne che anziane”.

Bruna Colacicco ha alle spalle anche una solida esperienza professionale come pediatra ed è impegnata da anni sui temi della violenza sulle donne  e della violenza assistita. “Sono nonna anche dal punto di vista professionale: – aggiunge – perché da qualche anno sto curando i figli dei miei ex piccoli pazienti che ora sono diventati a loro volta genitori: sono alla seconda generazione. È naturale avere l’ambiente e il clima come priorità per chi, come me, si è sempre occupato di ragazzi, cioè del futuro. Abbiamo una responsabilità enorme, tocca anche a noi lavorare per consegnare alle prossime generazioni la migliore situazione ambientale possibile”.

 

(30 settembre 2021)

©gaiaitalia.com 2021 – diritti riservati, riproduzione vietata

 




 

 

 

 

 



 

 

LOMBARDIA