Pubblicità
14.3 C
Milano
18.2 C
Roma
Pubblicità

MILANO

Pubblicità

SPETTACOLI

Il Teatro Carcano presenta “Michela Murgia, ricordatemi come vi pare”, il 3 giugno

Sul palco la ricorderanno Lella Costa, Teresa Ciabatti, Marcello Fois, Alessandro Giammei, Alessio Vannetti e Fabio Calabrò
HomeCopertinaSalvini va alla guerra: "Non voteremo la delega fiscale". Tutto pur di...

Salvini va alla guerra: “Non voteremo la delega fiscale”. Tutto pur di non parlare di Open Arms

Pubblicità
Iscrivetevi al nostro Canale Telegram

di G.G.

In un impeto di entusiasmo quasi adolescenziale, travolto dal non voler credere a Draghi  – perché è sempre meglio credere a Putin – che dice che le tasse non aumenteranno, ma solo “a parole”; in una pausa del processo Open Arms, a proposito di distrazioni di massa, ecco Salvini ritrovare la voce persa sulla condanna alla Russia, insieme alla reputazione sgretolatasi in mondovisione, per gridare “Non voteremo la delega fiscale”.

Salvini è così abituato alla politica che dice una cosa e poi ne fa un’altra, che è la politica della sua coalizione, da pensare che tutti siano uguali, quindi punta il dito contro Draghi (e si mette di traverso a Meloni per tentare di recuperare voti, quando non sanno nemmeno con quali candidati andranno alle amministrative che rischiano di essere un massacro) perché la Lega “non può votare un documento dove c’è scritto che potranno aumentare le tasse sui risparmi, sui conti correnti, sui titoli di Stato, sugli affitti e sulla casa”. Non sappiamo in quale Italia viva Salvini, forse quella governata dai russi che per fortuna ancora non c’è, ma a noi le tasse sui conti correnti, ad esempio, sono già aumentate. Poi magari non siamo così abili a leggere gli estratti conto.

Ma la giornata è solenne perché Salvini parla in una pausa in una pausa dell’udienza del processo Open Arms, che lo vede imputato per sequestro di persona e rifiuto di atti d’ufficio. E non può certo rischiare che di quel processo si parli troppo, così come dei suoi silenzi sull’invasione di Putin dell’Ucraina. Meglio raccontare di cuocersi un Draghi a fuoco lento, mentre il Salvini arrosto lo infornano al Pirellone.

 

(8 aprile 2022)

©gaiaitalia.com 2022 – diritti  riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 

 

 

 

 



Milano
nubi sparse
14.3 ° C
15.2 °
12.8 °
90 %
1.5kmh
40 %
Gio
21 °
Ven
23 °
Sab
22 °
Dom
25 °
Lun
26 °
PubblicitàYousporty - Scopri la collezione

CRONACA