PubblicitàAttiva DAZN
20.3 C
Milano
20.4 C
Roma
PubblicitàAltroconsumo Investi

MILANO

Pubblicità

MILANO SPETTACOLI

HomeComoConfcommercio Como ha ospitato un confronto con la candidata sindaca per il Comune...

Confcommercio Como ha ospitato un confronto con la candidata sindaca per il Comune di Como Adria Bartolich

SEGUITE GAIAITALIA.COM MILANO anche su TELEGRAMIscrivetevi al nostro Canale Telegram

di Redazione Como

Nel ciclo di incontri previsti con i candidati sindaco in vista delle prossime elezioni amministrative , oggi presso la sede di Confcommercio sì è  tenuto un confronto  tra la candidata sindaca  per il Comune di Como Adria Bartolich (sostenuta da Civitas-Progetto città , Noi di  Centro, Comitato Assemblee Popolari) accompagnata dalla consigliera comunale  Pierangela Torresani,  e il direttivo di Confcommercio rappresentato dal Presidente Giovanni Ciceri, il vicepresidente Roberto Cassani e diversi altri consiglieri dal vivo e collegati in videoconferenza.

Nel corso dell’incontro, cordiale, approfondito e ricco di spunti, sono stati presentati i problemi di settore e delle varie categorie che si riconoscono in Confcommercio e i punti programmatici per il governo della città presentati da Bartolich che ha sottolineato come sia necessario seguire i seguenti punti:

1)      Como deve svolgere appieno il suo ruolo di comune capoluogo coordinandosi anche con i comuni di cintura in modo da evitare un’eccessiva concentrazione di grande distribuzione ;

2)      è necessario che si applichi quanto dispone la direttiva Bolkestein per quanto concerne i limiti di metratura previsti evitando di spacchettare  e frazionare le aree di grande distribuzione;

3)      operare per la specializzazione del commercio a dettaglio in modo da non entrare in concorrenza con la grande distribuzione , e-commerce e acquisti on line, qualificandolo;

4)      salvaguardare la presenza di residenti in convalle ed in particolare nel centro storio. Una città senza abitanti muore;

5)      lavorare perché la presenza turistica non si limiti alla stagionalità ma copra il più possibile tutti i mesi dell’anno migliorando e qualificando l’offerta culturale e di trattenimento;

6)      prestare una maggiore attenzione a tutte le nuove forme di accoglienza bed end breakfast, case vacanza che a volte operano nella totale deregulation;

7)      lavorare per una maggiore specializzazione della formazione degli operatori addetti al settore della ristorazione e alberghiero anche attraverso la promozione di  specifici istituti superiori di alta formazione.

Informa un comunicato stampa inviato in redazione che pubblichiamo integralmente.

 

(12 aprile 2022)

©gaiaitalia.com 2022 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 




 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


LOMBARDIA