PubblicitàAttiva DAZN
9.3 C
Milano
11.1 C
Roma
PubblicitàAltroconsumo Investi

MILANO

Pubblicità

MILANO SPETTACOLI

HomeMilanScudetto al Milan. Oltre 50mila persone in piazza Duomo per festeggiare

Scudetto al Milan. Oltre 50mila persone in piazza Duomo per festeggiare

SEGUITE GAIAITALIA.COM MILANO anche su TELEGRAMIscrivetevi al nostro Canale Telegram

di Redazione Milano

Oltre 50mila persone si sono riversate in piazza Duomo nella serata del 22 maggio per celebrare la vittoria del campionato italiano di calcio di serie A da parte di A.C. Milan. La Questura di Milano aveva predisposto un dispositivo di ordine pubblico composto da Polizia di Stato, Arma dei Carabinieri, Vigili del Fuoco e Polizia Locale, modulabile in base ai risultati finali di Inter-Sampdoria e Sassuolo- Milan, ed ha, grazie all’organizzazione,  monitorato e seguito il flusso dei tifosi rossoneri che si sono riversati nelle vie e piazze cittadine sin dalle ore 18.00 disponendo anche la chiusura della stazione metropolitana Duomo. Informa un comunicato della Polizia di Stato.

Non sono mancati gli episodi dei soliti bulletti che senza pallone sono morti che, non potendo credere di poter salire su un palco per un minuto e far vedere che esistono, hanno approfittato di quello vuoto del concerto del 21 approfittandone per lanciare bottiglie di vetro e oggetti di varia natura. Un poliziotto è rimasto ferito al torace.

Il deflusso è iniziato verso le 23 con i supporters che hanno incominciato ad abbandonare piazza Duomo. Dieci di loro hanno fatto ricorso alle cure del personale medico di AAT 118 nel corso della serata. Folla anche in piazza Castello, piazza Sempione, piazza XXV Aprile, la Darsena e le principali arterie stradali venivano invase dai tifosi rossoneri, con Casa Milan raggiunta da circa 20mila tifosi, in attesa dell’arrivo della squadra campione d’Italia scortata dalla Polizia Stradale.

Prima del deflusso, scrive ancora un comunicato stampa della Polizia di Stato, che ha avuto luogo verso le ore 1.45, sessantanove persone sono state assistite da personale del 118 di cui 4 ospedalizzate per malori e per ustioni da fumogeni. Altri 700 tifosi che si erano recati a Reggio Emilia sono rientrati in città, monitorati dalla Polizia Ferroviaria, a bordo di un treno giunto alla stazione Centrale alle ore 00.15.

Sembra un bollettino di guerra. Lo chiamano tifo.

 

(23 maggio 2022)

©gaiaitalia.com 2022 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 

 

 

 

 



LOMBARDIA