Milano, se ami leggere puoi diventare volontario del Patto per la Lettura

Share post:

di Gaiaitalia.com

 

 

 

Leggere un libro è viaggiare con la mente, in altri mondi, in altri tempi, nella vita di tutti i giorni osservata da inediti punti di vista. Un viaggio che è ancora più emozionante se fatto in compagnia, insieme ad amici e nuovi incontri, futuri lettori attirati dalla potenza delle parole recitate. Il Patto di Milano per la Lettura cerca 150 nuovi volontari disponibili a leggere ad alta voce in scuole, biblioteche, centri ricreativi, carceri, ospedali. Luoghi della città da cui promuovere e trasmettere il piacere della lettura, un valore e una risorsa inestimabile per la crescita della persona e di tutta la città.

Il Patto per la Lettura è lo strumento che il Comune di Milano ha adottato per rendere la lettura un’abitudine sociale diffusa, sia attraverso esperienze collettive di condivisione della letteratura, sia attraverso la promozione di scelte consapevoli nel panorama editoriale. I lettori appassionati che vogliono far parte di questo progetto possono trasmettere i propri dati tramite il modulo per svolgere un breve corso di formazione, costituito da tre incontri settimanali a partire dal 20 febbraio.

 

 

(9 febbraio 2017)

 





 

 

 

©gaiaitalia.com 2017 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 

potrebbero interessarvi

Allerta gialla a Milano per maltempo fino al 29 maggio

di Redazione Milano Il Centro funzionale monitoraggio rischi di Regione Lombardia ha diramato un’allerta meteo gialla (rischio ordinario) per...

Ricercata arrestata dalla Polizia di Stato nella stazione di Milano Centrale

di Redazione Milano Ieri, la Polizia Ferroviaria di Milano ha arrestato una cittadina bosniaca di 34 anni perché destinataria di...

Civitas Como sul benessere degli animali d’affezione

di Redazione Como Sul territorio del Comune di Como all'oggi sono presenti 10.160 cani più di 12.000 gatti e 5...

La Corte Costituzionale ferma la legge della Lombardia sui “taser”

di P.M.M. La Corte Costituzionale ha detto no alla possibilità che consentiva alla Polizia Locale do usare i "dissuasori...
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: