PubblicitàAttiva DAZN
13.9 C
Milano
14.8 C
Roma
PubblicitàAltroconsumo Investi

MILANO

Pubblicità

MILANO SPETTACOLI

HomeMilano Eventi"Giovedì in Libreria", raccontare Milano attraverso la voce delle librerie indipendenti

“Giovedì in Libreria”, raccontare Milano attraverso la voce delle librerie indipendenti

SEGUITE GAIAITALIA.COM MILANO anche su TELEGRAMIscrivetevi al nostro Canale Telegram

di Gaiaitalia.com #Milano twitter@gaiaitaliacomlo #Cultura

 

 

Prende il via domani, giovedì 18 gennaio, il ciclo di incontri “I Giovedì in libreria”, promosso e coordinato dal Municipio 1, in collaborazione con l’Associazione L.I.M. Librerie Indipendenti Milano e le altre librerie indipendenti del Municipio 1, e dedicato a molti volti della nostra città.

È infatti Milano la protagonista degli appuntamenti che si svolgeranno a turno nelle librerie per declinare la città attraverso libri, autori e personaggi, momenti della sua storia e aspetti della sua geografia, la sua arte e la sua musica, lo spettacolo e lo sport. Il calendario si snoderà lungo tutto l’arco del 2018 attraverso le specificità delle molte piccole librerie di quartiere, veri e propri crocevia culturali che contribuiscono a preservare l’identità della città costruendo un rapporto personale e insostituibile tra libraio e lettore.

“Milano, Città della letteratura Unesco – dichiara l’assessore alla Cultura Filippo Del Corno –, è ricca di piccole librerie indipendenti che, accanto alle librerie storiche, costituiscono veri e propri laboratori di idee dove si incontrano librai, autori e lettori. Molte sono nate recentemente, segno della vitalità e del fermento di creatività che Milano sta vivendo in questi anni, e questa iniziativa si colloca proprio nell’ottica di una loro sempre più attenta valorizzazione. Per questo ci auguriamo che questo progetto possa diffondersi e replicarsi anche nelle altre zone e nei prossimi anni”.

“Un po’ soffocata dalla presenza delle grandi catene e dai colossi delle vendite on line – afferma Luca Foschi, assessore alla Cultura del Municipio 1, promotore dell’iniziativa con la Consigliera del Municipio 1 Marina Grossi –, la nicchia delle piccole librerie indipendenti è oggi alla ribalta. Alcuni recenti provvedimenti adottati dal Comune e dal Governo sono indice di una cresciuta sensibilità verso il ruolo importante della categoria e anche verso i suoi problemi. Le librerie sono lampioni accesi di cultura nella città, per questo il Municipio 1 ha voluto questa iniziativa, costruendo il programma direttamente con i librai e valorizzando le competenze e le risorse interne dell’Amministrazione, sviluppando così un progetto a costo zero.”

Si parte il 18 gennaio, per parlare della Milano esoterica (Cultora) e, sempre a gennaio, della Milano felice (Nuovo Trittico), continuando, fino al 15 novembre, con una Milano nascosta nel sottosuolo (Parole e Pagine) o lungo i suoi Navigli (Libet), una città che non ha né mari né monti ma è vicinissima e legata ad entrambi (Libreria del Mare, Monti in Città), una città che da sempre ama e pratica lo sport (Libreria dello Sport). E poi la Milano nel Medioevo e nell’antichità (Il Domani, Alfea, Baravaj, Malavasi), durante la guerra (Libreria Militare) e nel dopo guerra attraverso rappresentanti significativi di quegli anni (Utopia, Libreria del Mondo Offeso), negli anni del boom (Tempo Ritrovato) e nel ’68 (Scaldasole books), la Milano dei romanzi gialli (Colibrì), dei quartieri variopinti (Verso) e quella che si racconta ai bambini (Linea d’Ombra), Milano capitale della musica (Gallini, Birdland), dello spettacolo (Libreria dello Spettacolo) e dell’arte (Libreria Bocca), una città che riscopre monumenti poco noti come San Sepolcro (Libreria Terra Santa), adotta tradizioni internazionali (Trovalibri, 6Rosso) e che si pone come una Milano plurale, aperta ed accogliente (Libreria Claudiana).

 




 

(18 gennaio 2018)

©gaiaitalia.com 2018 – diritti riservati, riproduzione vietata

 




 

 

LOMBARDIA