Il vizietto di Riccardo Bossi di non pagare le cene (e in questo caso neanche lo champagne). Denunciato

di G.G. #Maiconsalvini twitter@milanonewsgaia #Maiconlalega

 

Duecentoquaranta euro di conto non pagato, di cui 130 euro di champagne, perché “io valgo”, e una nuova denuncia per Riccardo Bossi, figlio di Umberto Bossi della Lega della Roma Ladrona la Lega non perdona e si vede: il pargolo primigenio del Senatur che odiava i meridionali e ha moglie siciliana, ché i leghisti son tutta una coerenza… Riccardo Bossi è stato denunciato dal titolare dell’Antica Osteria Cavallini di Milano perché non avrebbe pagato il conto dopo un pranzo sontuoso consumato all’interno del suo ristorante.

Secondo il Corriere – i fatti risalgono alla Vigilia dello scorso Natale – che cita il racconto del ristoratore Bossi si è recato al suo ristorante, che si trova in via Mauro Macchi, tra Centrale e Repubblica, e assieme a una donna avrebbe consumato un pasto accompagnato da una bottiglia di vino e da una di champagne dicendo di non a vere con sé il portafogli e che avrebbe pagato con un bonifico. Avrebbe poi inviato una ricevuta di bonifico, ma i soldi sul conto del ristoratore non sarebbero mai arrivati (i bonifici si posso annullare); il primogenito Bossi avrebbe quindi detto che sarebbe passato di lì a poco per il saldo del conto, ma non si sarebbe mai presentato. E’ stato così denunciato per truffa.

Non è la prima volta che la dimenticanza lo coglie. Era stato già denunciato a Firenze, per essersene andato senza pagare il conto. Per dei gioielli mai pagati, era il 2014, era stato condannato per truffa aggravata dal tribunale di Busto Arsizio. Altra condanna nel 2017,per lavori alla sua casa e alla sua auto, che poi non aveva mai pagato.

 

(10 febbraio 2020)

©gaiaitalia.com 2020 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 





 

 

 

 

 




Related Articles

SEGUITECI

4,525FansMi piace
2,369FollowerSegui
119IscrittiIscriviti
Pubblicità

ULTIME NOTIZIE

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: