Pubblicità
19.8 C
Milano
24.7 C
Roma
Pubblicità

MILANO

Pubblicità

SPETTACOLI

Il Teatro Carcano presenta “Michela Murgia, ricordatemi come vi pare”, il 3 giugno

Sul palco la ricorderanno Lella Costa, Teresa Ciabatti, Marcello Fois, Alessandro Giammei, Alessio Vannetti e Fabio Calabrò
HomeMilanoC'era un Leghista in fuga e, guarda un po', andava in Brasile...

C’era un Leghista in fuga e, guarda un po’, andava in Brasile…

Pubblicità
Iscrivetevi al nostro Canale Telegram
Fotogramma di repertorio da un video della GdF | ANSA/ GUARDIA DI FINANZA

di G.G. #Lombardia twitter@milanonewsgaia #Milano

 

C’era un leghista in fuga, un leghista mica qualsiasi, no. Era un leghista che aveva anche mansioni di liquidatore di una società legata alla Lombardia Film Commission, tal Luca Sostegni uno dei nomi collegati all’inchiesta sulla Lombardia Film Commission e i fondi della Lega, che è accusato di peculato ed estorsione, reati legati alla vendita dell’immobile di Cormano all’ente Lombardo. Nell’inchiesta del procuratore aggiunto Eugenio Fusco e del pm Stefano Civardi,sono indagati per peculato anche tre commercialisti vicini alla Lega: Alberto Di Rubba (ex presidente della fondazione Lombardia Film Commission) e Andrea Manzoni, entrambi collegati al tesoriere leghista Giulio Centemero che invece non è indagato.

Scrive Repubblica che Sostegni sarebbe l’uomo delle società che ha venduto all’immobiliare Andromeda per 400mila euro l’immobile poi acquistato al doppio dalla Lombardia Film Commission e che avrebbe chiesto soldi ad altre persone in cambio del suo silenzio su questa vicenda. Per questo gli viene contestata anche l’estorsione. Sostegni, scrive il quotidiano, stava scappando in Brasile.

 

(17 luglio 2020)

©gaiaitalia.com 2020 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 





 

 

 

 

 

 




Milano
nubi sparse
19.8 ° C
21 °
17.9 °
72 %
3.1kmh
75 %
Gio
20 °
Ven
17 °
Sab
22 °
Dom
23 °
Lun
23 °
PubblicitàYousporty - Scopri la collezione

CRONACA