PubblicitàAttiva DAZN
17.2 C
Milano
14.6 C
Roma
PubblicitàAltroconsumo Investi

MILANO

Pubblicità

MILANO SPETTACOLI

HomeMilano & Lombardia PoliticaPavia. Nell'Inchiesta Diasorin spunta da una chat il nome di Salvini per...

Pavia. Nell’Inchiesta Diasorin spunta da una chat il nome di Salvini per presunte pressioni sui sindaci favorevoli a test alternativi….

SEGUITE GAIAITALIA.COM MILANO anche su TELEGRAMIscrivetevi al nostro Canale Telegram

di Redazione #Milano twitter@milanonewsgaia #Maiconsalvini

 

Secondo il quotidiano “La Provincia di Pavia” che viene citato da Repubblica, si fa riferimento ad una chat nella quale un esponente di spicco della Lega fa riferimento direttamente a Matteo Salvini scrivendo: “Ho sentito Matteo chi sta con quel miserabile è fuori dal partito”. Il miserabile al quale è indirizzato il garbato riferimento è il sindaco di Robbio (Pavia) Roberto Francese, favorevole ad un test sierologico alternativo a quello dell’ospedale di Pavia e della società di Saluggia (Vercelli).

La chat salta fuori all’interno dell’inchiesta sulla Sanità Lombarda che vede indagati i vertici di San Matteo (ironia della sorte) e Diasorin. Scrive ancora il quotidiano Repubblica che i contenuti della chat “sono ora al vaglio della Procura di Pavia, così come pure presunte diffide dell’Ats di Pavia sui Comuni affinché non adottassero test diversi da quello stabilito dall’accordo San Matteo-Diasorin.

Otto gli indagati dalla Procura pavese (i vertici di Diasorin e San Matteo), con le ipotesi di reato di turbata libertà del procedimento e peculato. La notizia nel giorno in cui piomba su Fontana un avviso di garanzia per la vicenda dell’ordine da 500mila euro per camici alla ditta del cognato, ordine poi trasformato in donazione con relativa fattura stornata.

 

(25 luglio 2020)

©gaiaitalia.com 2020 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 

 




 

 

 

 

 

 

 

 




LOMBARDIA