In Lombardia test anti-Covid19 in aeroporto solo dalle 9 alle 18.30, su prenotazione e solo ai lombardi. Siamo alla follia

di Redazione #Milano twitter@milanonewsgaia #Covid19

 

Possono accedere al tampone solo i residenti in Lombardia, o gli stranieri che intendono rimanere in Lombardia per almeno quattro giorni. Se per ragioni a te sconosciute sei stato costretto ad imbarcarti su un volo per Milano e atterrare in uno degli aeroporti lombardi, ma vivi ad esempio in Valle d’Aosta, devi andare nella tua regione a farti il tampone e sei ses positivo hai un sacco di gente da poter infettare lungo il tragitto.

Ecco a che punto siamo. Mentre si susseguono da ogni dove appelli alla responsabilità i primi a manifestare irresponsabilità assoluta sono coloro che stanno ai vertici e prendono decisioni che non servono più nemmeno alla loro patetica carriera politica. Un esempio? Una giovane donna, ad esempio, intervistata da Tv8 non può fare il tampone – “Siamo oberati, non ce la facciamo!” – e lunedì dovrebbe tornare al lavoro, ma senza il risultato del tampone che il suo datore di lavoro le reclama, non potrà tornarci. Non si poteva stare in Italia? Non si può in questo paese studiare soluzioni che semplifichino anziché peggiorare una già estremamente complicata situazione?

La politica al potere si cura solo di sé stessa. Mentre i quotidiani parlavano del colpo in testa – quello ufficiale, almeno – sofferto dall’Assessore Gallera come se fosse una notizia degna di nota, si taceva sul fatto che gli aeroporti della Lombardia non erano in grado di fare i tamponi obbligatori per legge – e mentre scriviamo i tamponi a Linate non possono ancora essere fatti.

Dunque chiediamo responsabilità agli adolescenti e ai cittadini che irresponsabilmente non rispettano le regole, ma la politica non è in grado, o non vuole esserlo per becera opposizione ideologica, di prendere decisioni responsabili creando una via lastricata di fiducia e di misure che indichino il cammino verso l’unica reale lotta al Coronavirus che oggi conosciamo. Rispettare le regole sanitarie.

Dunque, dopo tutto ciò che già è successo, la Lombardia che comanda continua ad offrire il suo triste spettacolo fatto di test anti-covid19 in aeroporto solo dalle 9 alle 18.30, su prenotazione e solo ai lombardi. Siamo alla follia.

 

(20 agosto 2020)

©gaiaitalia.com 2020 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 





 

 

 

 

 

 




Related Articles

SEGUITECI

4,826FansMi piace
2,397FollowerSegui
131IscrittiIscriviti
Pubblicità

ULTIME NOTIZIE

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: