Home / L'Opinione Milano / Matteo Salvini e Attilio Fontana chiedono: “Votate Lega” perché Luca Zaia li farà a pezzi

Matteo Salvini e Attilio Fontana chiedono: “Votate Lega” perché Luca Zaia li farà a pezzi

Matteo Salvini mangia ciliege mentre Luca Zaia parla dei neonati morti per un batterio-killer a Verona

di G.G. #Lopinione twitter@milanonewsgaia #Politica

 

E’ un Matteo Salvini alla canna del gas quello che insieme al suo compare di disavventure a malgoverno lombardo, il (mal)governatore Attilio Fontana, chiede a gran voce ai suoi “Votate Lega” con chiarissimo riferimento a coloro che in Veneto voteranno Luca Zaia e la sua lista. I sondaggi sono da suicidio e non solo per la giunta del Pirellone sotto tiro da tutte le parti.

Secondo diversi sondaggi Luca Zaia in Veneto viaggia attorno al 71% dei consensi. La sua lista viene data al 44% dei voti con la Lega di Salvini data da alcuni attorno al 13% (e francamente non ci sembra credibile) e da altri al 26,8% risultato che pone però i salviniani al di sotto di quasi venti punti della lista di Zaia che in politichese vuol dire che Salvini dovrà stare zitto e che il suo sogno di Lega Nazionaleè morto. Morta è la sua segreteria, morto il suo inconsistente progetto politico.

Non voterei Luca Zaia nemmeno se fossi costretto, ma so che cosa fa Zaia in Veneto ed è tutto il contrario di ciò che fa Salvini nelle giunte sulle quali ha messo le mani raccontando personali verità in campagna elettorale. Al contrario degli sicofanti salvininiani Luca Zaia governa. Così, governando, Luca Zaia ha salvato il veneto dal disastro Coronavirus mentre Attilio fontana e la sua giunta giocherellando con le mascherine in diretta video, Salvini dando la colpa a Conte, non hanno fatto nulla in Lombardia ed i terribili risultati si sono visti.

Per Il Gazzettino la Lista Zaia vale addirittura tre volte i numeri della Lega. E il Gatto e la Volpe che cosa si inventano? Gli appelli ai militanti ed agli elettori in un partito che ha perso il 30% degli iscritti, i cui iscritti alla Lega Nord (all’interno della quale esiste anche la Liga Veneta, vero motore delle disgrazie bossiane-salviniane) rifiutano di tesserarsi per la Lega di Salvini e per i quali Salvini costituisce un mal di pancia fin da quando l’hanno messo alla segreteria a scorrazzare su e giù per lItalia gridando incongruenze. I numeri forniti dal Corriere del Veneto sono ancora più alti e danno Luca Zaia al 74%, con la lista Zaia che arriverebbe al 34,5% staccando nettamente la Lega al 23,5%11 punti che sarebbero il più netto “stai zitto” possibile al segretario urlatore.

E qual’è la strategia di Matteo Salvini per risollevare le sorti del suo partito nazionale [sic]? Pietire voti e riconsiderare la solfa antica dei migranti, sostenere da dietro le quinte le marce dei No Vax pro-propagazione Covid-19 e gridare da un palco agli oppositori che devono andare a lavorare. Del resto la democrazia illiberale alla quale Salvini si ispira non contempla la costruzione del consenso, ma l’imposizione delle idee illiberali attraverso profondi cambi costituzionali ottenuti gettando fumo negli occhi a quel popolo del quale tutti gli illiberali d’Europa – Putin, Orbán, Meloni, Salvini – si servono con spregiudicatezza.

 

(6 settembre 2020)

©gaiaitalia.com 2020 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 





 

 

 

 

 

 

 




Share and Enjoy !

0Shares
0 0

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi