A Talamona (SO) le Giornate FAI – Per un Turismo di prossimità

Share post:

di Redazione #Sondrio twitter@milanonewsgaia #FAI

 

Per il secondo anno consecutivo a Talamona vengono riproposte le “Giornate Fai d’autunno”: sabato 17 e domenica 18 ottobre 2020 sarà possibile visitare in sicurezza luoghi straordinari del nostro Paese.

Nate come collaborazione tra il Comune e il FAI (Fondo Ambiente Italiano), le Giornate FAI d’Autunno a Talamona hanno come obiettivo la promozione e la diffusione del patrimonio culturale talamonese attraverso la valorizzazione e l’apertura al pubblico di aree paesaggistiche, dimore storiche signorili, giardini, collezioni private. Questo il link per le prenotazioni ed informazioni.

Apertura speciale di Palazzo Valenti:

Sabato 17 e domenica 18 ottobre i partecipanti alle GIORNATE FAI D’AUTUNNO avranno la possibilità di visitare le sale di Palazzo Valenti, palazzo rinascimentale sito nel centro di Talamona, solitamente non aperto al pubblico. La narrazione degli affreschi di tema ariostesco dipinti sulla facciata del Palazzo sarà a cura dell’Associazione Bradamante.
Le visite guidate sono programmate nelle seguenti fasce orarie: alle 11, 12, 15, 16, con una durata di circa un’ora.

La Rappresentanza a Milano della Commissione europea partecipa alle Giornate FAI d’Autunno per far conoscere un altro volto dell’Europa, mettendo in risalto le opere, i monumenti, i palazzi storici che fanno parte del patrimonio culturale italiano e che, grazie ai finanziamenti europei, ridiventano accessibili ai cittadini.

26 siti storici, artistici e culturali che hanno ricevuto finanziamenti europei saranno aperti al pubblico in occasione delle Giornate FAI d’Autunno: tra questi anche l’Alpe Pedroria.
Le Alpi Orobie custodiscono un’area naturalistica di 200 ettari sul territorio di  Talamona, che abbraccia i Monti Pisello, Culino e Lago, tre alpeggi e tante baite. Stefano Tirinzoni ha collaborato con il FAI sia come architetto che come delegato e ha lasciato al FAI questo luogo splendido in legato testamentario. Oggi il FAI si sta impegnando a far rivivere queste montagne con l’obiettivo di tutelare e potenziare la biodiversità degli habitat naturalistici dell’area e valorizzare le colture e le pratiche agricole tradizionali.

Camminata in Alpe Pedroria di Talamona:
Le visite all’Alpe Pedroria sono a cura delle Guide del Parco delle Orobie Valtellinesi. Il ritrovo è alle ore 9 all’Agriturismo La Sciaresola.

Al ritorno (ore 17 circa) per chi desidera, è possibile effettuare la visita guidata al Palazzo Valenti.
Per prenotarsi ed avere ulteriori dettagli cliccare qui. Inoltre, a Talamona, presso l’agriturismo La Sciaresola, i visitatori potranno trovare le vacche OB di proprietà del FAI e gestite dalla famiglia Sassella e conoscere il progetto di recupero ambientale e pastorale intrapreso dal FAI, volto a ripristinare la filiera del Bitto e il suo paesaggio identitario.

A supporto della visita anche una mappa scaricabile su smartphone dedicata al racconto dei luoghi, degli alberi monumentali e dei sentieri per raggiungere altri punti di interesse di Talamona e del Parco.

 

(12 ottobre 2020)

©gaiaitalia.com 2020 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

potrebbero interessarvi

PNRR: a Brescia 2.302 € per abitante a Foggia solo 102

di Pasquale Cataneo e Massimo Mastruzzo* È sempre sgradevole dirlo, ma noi abbiamo fatto seguire alle parole e alle...

E’ iniziata la battaglia per il Pirellone: è il “redde rationem” delle destre

di Giancarlo Grassi Non avendo capito nulla della recente batosta alle amministrative, nonostante Zaia che parla della vittoria delle destre...

Lombardia. Allerta gialla per rischio temporali e rischio idrogeologico

di Redazione Lombardia Il Centro funzionale monitoraggio rischi della Regione Lombardia ha diramato un’allerta meteo gialla (rischio ordinario) in...

Adesso Salvini vuole una centrale nucleare a Baggio, “il mio quartiere”. O dell’avere contezza

di Redazione Politica Una centrale nucleare a Baggio, quartiere popolare a ovest di Milano. E' l'ultima boutade del fantasioso...
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: