Home Cultura Milano & Lombardia Sondrio. Due incontro e uno spettacolo teatrale per il "Giorno della Memoria"

Sondrio. Due incontro e uno spettacolo teatrale per il “Giorno della Memoria”

Pubblicità

foto: Tommaso Le Pera

di Redazione, #Sondrio

 

Due incontri e uno spettacolo teatrale, tutti in modalità online, per celebrare il “Giorno della memoria”, il 27 gennaio, la ricorrenza istituita nel 2005 per commemorare le vittime dell’Olocausto. Il Comune di Sondrio ha promosso queste iniziative per coinvolgere tutta la cittadinanza, i giovani in particolare. Si comincia venerdì 22 gennaio con l’incontro con Frediano Sessi, scrittore e saggista, membro del comitato scientifico della Fondation Auschwitz di Bruxelles, che presenterà il suo libro “Auschwitz. Storia e memorie”, risultato di oltre trent’anni di studi e ricerche. Nella sua struttura per sezioni, dedicate rispettivamente al contesto storico e culturale nel quale si è affermato il nazismo, ad Auschwitz e ai percorsi della memoria, e con l’ausilio di una serie di carte storiche, il volume consente al lettore un’agevole comprensione delle ragioni storiche e ideologiche che determinarono la creazione del campo di sterminio da parte dei nazisti. A introdurre l’incontro sarà l’assessore alla Cultura, Educazione e Istruzione Marcella Fratta. Per seguirlo in videoconferenza è necessario prenotarsi scrivendo a biblioteca@comune.sondrio.it entro le ore 12 di venerdì 22 gennaio: cento i posti disponibili.

Nel “Giorno della memoria”, mercoledì 27 gennaio, a partire dalle ore 9, sul canale YouTube del Comune di Sondrio, sarà possibile assistere allo spettacolo teatrale “Perlasca. Il coraggio di dire no”, diretto e interpretato da Alessandro Albertin. Il monologo ripercorre la storia di un uomo che tramutò l’iniziale adesione al fascismo in aperto dissenso, a seguito dell’approvazione delle leggi razziali e alla stipula dell’alleanza tra Mussolini e Hitler, prodigandosi con coraggio, anche a rischio della propria vita, per salvare migliaia di ebrei dallo sterminio. Una storia rimasta nascosta per decenni e rivelata soltanto nel 1988 da alcune donne ungheresi salvate da Perlasca, il cui nome figura nel “Giardino dei giusti” di Gerusalemme. Lo spettacolo sarà disponibile alla visione fino alle ore 16 di venerdì 29 gennaio.

Giovedì 28 gennaio, alle ore 17, l’incontro avrà quali protagoniste Francesca Druetti e Benedetta Rinaldi, autrici di “Le pietre della memoria, Gunter Demnig e le pietre d’inciampo”. L’iniziativa è organizzata dalla Biblioteca Rajna in collaborazione con l’associazione Argonaute. L’assessore Fratta introdurrà l’incontro e Mariella Londoni di Argonaute dialogherà con le autrici. Il testo racconta il percorso dell’artista tedesco che ha creato le pietre di inciampo, ovvero delle targhe in ottone con il nome di una vittima del nazismo, poste davanti alla porta di casa o nel luogo di prigionia, disseminate in tutta Europa a memoria di quanto accaduto. Le autrici sono impegnate con l’associazione “Sui passi della storia”: Francesca Druetti lavora al Museo Diffuso della Resistenza di Torino, Benedetta Rinaldi, originaria di Tirano, laureata in Storia e in Scienze politiche, lavora nel settore pubblico a Milano. Anche questo incontro si tiene in videoconferenza su prenotazione, fino ad esaurimento dei cento posti disponibili: gli interessati devono scrivere a biblioteca@comune.sondrio.it entro le ore 12 di del 28 gennaio.

 

(19 gennaio 2021)

©gaiaitalia.com 2021 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 





 

 

 

 

 

 




Pubblicità
Pubblicità

SEGUITECI

16,985FansMi piace
2,458FollowerSegui
61,453IscrittiIscriviti

DA LEGGERE

Pubblicità

PRIMA PAGINA MILANO

POTREBBERO INTERESSARTI

- Advertisement -

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi