Milano: arresti della Polizia Ferroviaria

Condividi:

di Redazione Milano

Sabato scorso, gli agenti della Polizia ferroviaria di Milano hanno arrestato un trentaseienne algerino, pregiudicato e irregolare sul territorio nazionale, per il reato di furto aggravato. I poliziotti, impegnati in un servizio antiborseggio nella stazione centrale, hanno notato lo straniero che, seduto al tavolo di un bar, osservava con insistenza lo zaino di un viaggiatore che era vicino a lui. Improvvisamente il 36enne, con abile mossa, si è impossessato dell’oggetto allontanandosi velocemente verso l’uscita della stazione dove è stato bloccato e arresto dai poliziotti. Lo zaino, contenente un computer, un ipad e altri effetti personali, è stato restituito al proprietario che non si era accorto del furto.

Sempre sabato scorso, gli agenti della Pelfer di Milano hanno eseguito due ordini di carcerazione nei confronti di una cittadina croata di 25 anni, irregolare sul territorio nazionale, ricercata per diversi furti e per violazione del foglio di via obbligatorio. I poliziotti, durante un servizio di vigilanza nella stazione di Milano centrale, sono intervenuti per la presenza di tre donne dedite all’accattonaggio. Una delle tre è risultata destinataria di un provvedimento di carcerazione emesso nel 2021 dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Milano per l’espiazione di 6 anni di reclusione per vari reati di furto aggravato, nonché di un provvedimento di carcerazione emesso nel 2020 dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Venezia per l’espiazione di 2 mesi di arresto per violazione alla misura del foglio di via obbligatorio. La donna è stata condotta al Carcere di San Vittore.

Ieri, a San Zenone al Lambro (MI), la Polizia Ferroviaria di Milano ha arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, resistenza, violenza e lesioni a Pubblico Ufficiale un cittadino marocchino 38enne, pluripregiudicato per reati specifici.

Gli agenti, a seguito di un’attività investigativa volta al contrasto dello spaccio all’interno della stazione di San Zenone al Lambro (MI), durante gli appostamenti hanno notato, nell’area boschiva adiacente ai binari della linea alta velocità due uomini. Il primo, vicino la recinzione, parlava con un gruppo di persone mentre il complice, dal suo marsupio, gli passava la sostanza stupefacente pesata mediante l’utilizzo di un bilancino di precisione per poi consegnarla agli acquirenti in cambio di denaro.

Scoperta l’attività di spaccio, gli agenti della Polfer si sono avvicinati, ma i due, vistisi scoperti, si sono dati alla fuga. Uno ha fatto perdere le sue tracce, mentre l’altro, dopo aver scavalcato la recinzione ed essere entrato all’interno dell’area boschiva, ha lanciato a terra il marsupio contenente la droga, è stato raggiunto dai poliziotti ed è stato bloccato dopo una colluttazione. All’interno del marsupio gli agenti hanno rinvenuto e sequestrato oltre 3 etti di eroina, un etto e mezzo di cocaina e 530 euro in contanti. A seguito di perquisizione domiciliare, nell’abitazione del 38enne, è stata rinvenuta la somma di 660 euro ed un involucro di color marrone contenente alcuni grammi di eroina, il tutto posto sotto sequestro.

Informa un comunicato stampa pubblicato integralmente.

 

(31 gennaio 2022)

©gaiaitalia.com 2022 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 

 

 

 



potrebbero interessarvi

Giarrusso annuncia “Entro nel PD” e si recapita a casa Bonaccini come un polpettone avvelenato

di Daniele Santi Alla volata finale dei quattro candidati alla segreteria del PD mancava una polpetta avvelenata e potendo fare...

Ingiurie sul web contro Liliana Segre: venti denunciati

di D.S. Poco importa che tra i venti denunciati a piede libero per le ingiurie postate sul web contro la senatrice...

ASA Milano incontra i candidati alle elezioni regionali della Lombardia

di Redazione Politica ASA-Associazione Solidarietà Aids ha deciso di iniziare il 2023 con un appuntamento “speciale”: un incontro sabato...

Matteo Messina Denaro, la politica si assuma le responsabilità di cercare e dare risposte su possibili coperture

di Massimo Mastruzzo* Sulla vicenda di Matteo Messina Denaro, risulta difficile credere possibile che nessun parlamentare, di qualsiasi forza politica,...
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: