A Milano una mostra a sorpresa (anche per lui) per gli 80 anni di Oliviero Toscani

Share post:

di Redazione Milano

Oliviero Toscani compie oggi 80 anni e per celebrare al meglio questo anniversario è stata organizzata una mostra sui generis: non un’esposizione in una galleria o in un museo, ma una mostra diffusa per Milano, la città dove il celebre fotografo è nato nel 1942.
Oltre 150 fotografie questa mattina sono comparse sui supporti messi a disposizione dal Comune di Milano e sui grandi wall di Urban Vision e saranno visibili fino a domani. Lo scrive il nostro quotidiano TSNnews.it.  

Oliviero Toscani ha segnato in maniera unica la storia della comunicazione pubblicitaria del nostro Paese – dice l’assessore alla Cultura Tommaso Sacchi – portando nelle campagne di una vita non solo la bellezza dei suoi scatti e la ricchezza del suo pensiero creativo, ma anche istanze sociali, drammi collettivi, lotta alle ingiustizie e temi universali, suscitando ogni volta al tempo stesso stupore e riflessione. La città lo vuole festeggiare oggi per i suoi 80 anni, con questa mostra a sorpresa delle sue fotografie più iconiche sparse per la città. Buon compleanno, Oliviero, e grazie per aver parlato al mondo dalla tua Milano!”.

Guerra, razzismo, omofobia, AIDS, pena di morte: Oliviero Toscani si è sempre distinto per avere saputo usare giornali e pubblicità per parlare dei problemi del mondo, cambiando la concezione di comunicazione di advertising.

E allora per il giorno del compleanno di Toscani chiunque in Città potrà vedere le sue fotografie più celebri, ma anche gli scatti meno conosciuti. Questa esposizione è stata una sorpresa per lo stesso Toscani, che questa mattina l’ha vista per la prima volta percorrendo Milano con uno speciale autobus pieno di amici e sue fotografie.

Oliviero Toscani, figlio del primo fotoreporter del Corriere della Sera, è nato a Milano nel 1942 e ha studiato fotografia e grafica all’Università Delle Arti di Zurigo dal 1961 al 1965. Conosciuto internazionalmente come la forza creativa dietro i più famosi giornali e marchi del mondo, creatore di immagini corporate e campagne pubblicitarie attraverso gli anni per Esprit, Chanel, Robe di Kappa, Fiorucci, Prenatal, Jesus, Inter, Snai, Toyota, Ministero del Lavoro, della Salute, Artemide, Woolworth e altri. Tra gli ultimi progetti: la collaborazione con Ministero dell’Ambiente e della Salute, con Regione Calabria, con Fondazione Umberto Veronesi, e alcune campagne di interesse e impegno sociale dedicate alla sicurezza stradale, all’anoressia, alla violenza contro le donne, e contro il randagismo. Come fotografo di moda ha collaborato e collabora tuttora per giornali come Elle, Vogue, GQ, Harper’s Bazaar, Esquire, Stern, Liberation e molti altri nelle edizioni di tutto il mondo. Dal 1982 al 2000, ha creato l’immagine, l’identità, la strategia di comunicazione e la presenza online di United Colors of Benetton, trasformandolo in uno dei marchi più conosciuti al mondo. Nel 1990 ha ideato e diretto Colors, il primo giornale globale al mondo, e nel 1993 ha concepito e diretto Fabrica, centro di ricerca di creatività nella comunicazione moderna. Dal 1999 al 2000 è stato direttore creativo del mensile Talk Miramax a New York diretto da Tina Brown. Toscani è stato uno dei fondatori dell’Accademia di Architettura di Mendrisio, ha insegnato comunicazione visiva in svariate università e ha scritto diversi libri sulla comunicazione. Dopo sei decadi di innovazione fotografica, editoriale, pubblicità, film e televisione, ora si interessa di creatività della comunicazione applicata ai vari media, producendo, con il suo studio, progetti editoriali, libri, programmi televisivi, mostre ed esposizioni. Dal 2007 Oliviero Toscani inizia Razza Umana, progetto di fotografia e video sulle diverse morfologie e condizioni umane, per rappresentare tutte le espressioni, le caratteristiche fisiche, somatiche, sociali e culturali dell’umanità, toccando più di 100 comuni italiani, lo Stato di Israele, la Palestina, il Giappone e per le Nazioni Unite, il Guatemala. Da quasi trent’anni è impegnato nel progetto Nuovo Paesaggio Italiano, contro il degrado dell’Italia. Il lavoro di Toscani è stato esposto alla Biennale di Venezia, a San Paolo del Brasile, a la Triennale di Milano e nei musei d’arte moderna e contemporanea di tutto il mondo. Ha vinto numerosi premi come quattro Leoni d’Oro, Gran Premio dell’UNESCO, due volte Gran Premio d’Affichage, e numerosi premi degli Art Directors Club di tutto il mondo. È stato vincitore del premio Creative Hero della Saatchi & Saatchi. Accademia di Belle Arti di Urbino gli conferisce il premio Il Sogno di Piero e riceve dall’Accademia delle Belle Arti di Firenze il titolo di Accademico d’Onore. Oliviero Toscani è socio onorario del Comitato Leonardo e della European Academy of Sciences and Arts. 

 

(28 febbraio 2022)

©gaiaitalia.com 2022 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 

 

 

 

 

 



potrebbero interessarvi

PNRR: a Brescia 2.302 € per abitante a Foggia solo 102

di Pasquale Cataneo e Massimo Mastruzzo* È sempre sgradevole dirlo, ma noi abbiamo fatto seguire alle parole e alle...

E’ iniziata la battaglia per il Pirellone: è il “redde rationem” delle destre

di Giancarlo Grassi Non avendo capito nulla della recente batosta alle amministrative, nonostante Zaia che parla della vittoria delle destre...

Lombardia. Allerta gialla per rischio temporali e rischio idrogeologico

di Redazione Lombardia Il Centro funzionale monitoraggio rischi della Regione Lombardia ha diramato un’allerta meteo gialla (rischio ordinario) in...

Adesso Salvini vuole una centrale nucleare a Baggio, “il mio quartiere”. O dell’avere contezza

di Redazione Politica Una centrale nucleare a Baggio, quartiere popolare a ovest di Milano. E' l'ultima boutade del fantasioso...
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: