La Polizia di Stato arresta 4 persone per spaccio e possesso di documenti contraffatti

Share post:

di Redazione Milano

Lo scorso mercoledì la Polizia Ferroviaria di Milano ha arrestato due cittadini italiani e uno straniero per il reato di spaccio di sostanze stupefacenti. Gli agenti, nell’ambito di una lunga indagine nata da una segnalazione di Rete Ferroviaria Italiana in merito al posizionamento di biciclette sulla linea ferroviaria nei pressi della stazione di Pioltello (MI), hanno verificato un’attività di spaccio di droga nei pressi dei binari e in una zona limitrofa.

In particolare, i poliziotti hanno constatato un elevato numero di tossicodipendenti che si sono spostati anche nella vicina piazzola di sosta situata sulla strada provinciale del suddetto luogo, luogo dove è avvenuta la cessione di stupefacenti. I tre arrestati, osservati mentre vendevano sostanza stupefacente ai tossicodipendenti di passaggio, si erano suddivisi i compiti da svolgere: mentre uno degli italiani era incaricato di vendere hashish, il cittadino marocchino si è preoccupato di rifornire i clienti di eroina e cocaina. L’altro italiano, infine, ha assunto la funzione di cassiere e autista, accompagnandoli sul posto con la propria autovettura e ritirando i proventi al termine della giornata.

Al termine di un inseguimento nei campi adiacenti e di una violenta colluttazione, gli agenti sono riusciti ad arrestarli. I soggetti, di età compresa fra i 49 ed i 23 anni, sono stati trovati in possesso di 35 grammi di eroina, 51 grammi di cocaina e 119 grammi di hashish oltre al materiale per il confezionamento ed un bilancino. La somma di 1.250 euro, frutto dell’attività illecita, è stata rinvenuta a bordo dell’autovettura e nel domicilio degli arrestati. Gli stessi, che dovranno rispondere anche di resistenza a Pubblico Ufficiale, sono stati condotti presso le camere di sicurezza della Questura in attesa dell’udienza di convalida.

Gli agenti della Polizia Ferroviaria di Milano hanno arrestato un cittadino sudanese di 27 anni per possesso di documenti contraffatti. Nel corso dei servizi di vigilanza nella stazione di Milano Centrale, i poliziotti hanno richiesto il documento ad un uomo il quale ha consegnato una carta d’identità italiana, non valida per l’espatrio. Gli agenti hanno subito notato sul documento dei caratteri visibilmente anomali e la fotografia di un soggetto differente da quello sottoposto al controllo. Gli operatori, insospettiti, hanno condotto l’uomo negli Uffici di Polizia, facendogli compilare la scheda d’identità poli-lingue, da cui si sono riscontrati dati diversi da quelli riportati sul documento. Lo straniero, sottoposto a perquisizione personale, è stato trovato in possesso anche di un permesso di soggiorno e di un passaporto italiano, entrambi rilasciati dalla Questura di Roma, in corso di validità intestati ad un cittadino libico. Gli accertamenti svolti con la Polizia Scientifica hanno consentito di constatare che i documenti erano contraffatti e pertanto l’uomo è stato arrestato.

Informa un comunicato stampa della Polizia di Stato.

 

(6 maggio 2022)

©gaiaitalia.com 2022 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 

 

 

 

 



potrebbero interessarvi

Metti che Matteo Salvini si stia “dimenticando” i congressi della “sua” Lega

di Giancarlo Grassi Impegnato com'è con il progetto propagandistico del Ponte sullo Stretto, c'è da sperare che abbia fondamenta più...

L’inverno ucraino potrebbe spingere nuovi profughi in Piemonte

di Redazione Milano Lo spettacolo di Teatro Sociale e di Comunità Kafka of Suburbia di Minima Theatralia | Duperdu...

Civiche benemerenze. Il 7 dicembre cerimonia di consegna al Teatro Dal Verme

di Redazione Milano Mercoledì 7 dicembre, alle ore 10.30, al Teatro Dal Verme (via San Giovanni sul Muro 2),...

Giornata degli Alberi 2022: ecco perché è importante piantare un albero

di Massimo Mastruzzo Anche quest'anno, a novembre, si è celebrata la Giornata Mondiale degli Alberi, anche detta Festa degli Alberi. La ricorrenza risale alla ratifica...
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: