A Milano “Ictus Festival”: 4, 5, 6 e 7 luglio

Share post:

di Redazione Spettacoli

Nel 1976, in un casolare sulle colline friulane, Andrea Centazzo e Carla Lugli, seguendo un sogno di indipendenza dal mercato discografico, diedero vita alla prima etichetta italiana completamente autogestita da musicisti.

Nasceva la ICTUS Records che immediatamente si impose sulla scena musicale come produttrice di opere uniche di nuovo jazz, improvvisazione e musica contemporanea. Per la ICTUS ha registrato negli anni il Gotha della musica moderna, rendendola conosciuta in tutto il mondo per album diventati leggendari.

Dopo l’edizione tenutasi nel 2012 allo Stone di New York per il 35ennale, il Festival ICTUS Festival al Teatro Out Off di Milano celebra i 45 anni dell’etichetta discografica che dopo 10 anni di attività in Italia e una forzata sosta ventennale, ha riaperto poi i battenti a Los Angeles, riproponendo il suo unico catalogo con la copiosa aggiunta di nuovi dischi con artisti da tutto il mondo. Il programma del festival è diviso in quattro giorni con quattro set per sera, ciascuno intitolato a un relativo album ICTUS.

Il cast brilla per la presenza di musicisti sia statunitensi che europei, che vanno da coloro che hanno condiviso concerti e incisioni assieme a Centazzo fin dagli anni 70 (come Guido Mazzon, Giancarlo Schiaffini, Roberto Ottaviano, Franco Feruglio, Carlo Actis Dato), agli incontri dei decenni successivi come Ellen Burr, Steve Hubback, Jeff Schwartz fino alle collaborazioni nate nel nuovo millennio e negli ultimissimi anni, come quelle con Steve Swell, Elliott Sharp, Harri Sjöström, Elisabeth Harnik, Sergio Armaroli e molti altri esponenti della musica creativa e improvvisata americana ed europea.

Un evento unico che verrà registrato per la produzione di un box set rappresentativo delle tendenze contemporanee della nuova musica.

Come evento collaterale del festival, il 2 luglio verrà inaugurata inoltre presso lo spazio Erratum di Milano la mostra Sound Images (a cura di Walter Rovere) dedicata alle opere visive di Centazzo, lavori grafici e pittorici nati da e attorno alla notazione musicale che l’artista ha iniziato a produrre negli anni 80 e che sono stati esposti in importanti personali e collettive nelle maggiori gallerie italiane ed estere.

Il festival è dedicato alla memoria del fotografo Roberto Masotti, i cui scatti hanno seguito tutta la carriera di Centazzo, dall’album 001 della Ictus (il duo con Steve Lacy, Clangs), al recentissimo no. 199 (Echoes con Armaroli) del 2021. https://ictusrecords.com/ictus-festival/

L’evento è prodotto da ERRATUM about sound | visual | text in collaborazione con Mino Bertoldo e il Teatro Out Off. La direzione artistica è di Andrea Centazzo.


Luoghi:
Teatro Out Off (concerti 4-7 luglio, ore 18.45)
via Mac Mahon, 16 20155 Milano Tel. 02 34532140
www.teatrooutoff.it info@teatrooutoff.it
Erratum (2-10 luglio, vernice 2 luglio ore 19.00)
viale Andrea Doria 20, 20124 Milano
www.erratum.it

 

 

(22 giugno 2022)

©gaiaitalia.com 2022 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 



 

 

 

 

 

 

 


potrebbero interessarvi

PNRR: a Brescia 2.302 € per abitante a Foggia solo 102

di Pasquale Cataneo e Massimo Mastruzzo* È sempre sgradevole dirlo, ma noi abbiamo fatto seguire alle parole e alle...

E’ iniziata la battaglia per il Pirellone: è il “redde rationem” delle destre

di Giancarlo Grassi Non avendo capito nulla della recente batosta alle amministrative, nonostante Zaia che parla della vittoria delle destre...

Lombardia. Allerta gialla per rischio temporali e rischio idrogeologico

di Redazione Lombardia Il Centro funzionale monitoraggio rischi della Regione Lombardia ha diramato un’allerta meteo gialla (rischio ordinario) in...

Adesso Salvini vuole una centrale nucleare a Baggio, “il mio quartiere”. O dell’avere contezza

di Redazione Politica Una centrale nucleare a Baggio, quartiere popolare a ovest di Milano. E' l'ultima boutade del fantasioso...
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: