PubblicitàAttiva DAZN
5.8 C
Milano
16.8 C
Roma
PubblicitàAltroconsumo Investi

MILANO

Pubblicità

MILANO SPETTACOLI

HomeMilano & Lombardia PoliticaSalvini ha perso perché "stavo in un governo dove ci davano addosso"....

Salvini ha perso perché “stavo in un governo dove ci davano addosso”. Un martire, diciamo….

SEGUITE GAIAITALIA.COM MILANO anche su TELEGRAMIscrivetevi al nostro Canale Telegram

di Giancarlo Grassi

L’autocritica non sta a casa Salvini, è evidente, e il segretario della Lega che dal 2018 ha perso tutte le elezioni, proposto candidati impresentabili, regalato dichiarazioni la mattina che cambiavano quattro volte nella stessa giornata; quel Salvini il cu unico obbiettivo era ritornare al ministero dell’Interno ha deciso che la catastrofe elettorale della Lega è colpa di Draghi e dei suoi compagni di partito leghisti che hanno costretto Salvini a stare in quel governo anziché all’opposizione.

Salvini sragiona, è evidente. E Zaia non si fa scappare l’occasione: “Risultato assolutamente deludente”, tuona il governatore del Veneto (dove Meloni ha il doppio dei voti di Salvini) ottenendo in risposta uno sconcertante: “Dimissioni? Mai avuto così tanta voglia di lavorare” che dà l’idea della sfrontatezza politica dell’uomo che pronuncia la parola lavoro senza sapere cos’è.

Ma Zaia è pragmatico e si spiega meglio: “Non ci possiamo omologare a questo trovando semplici giustificazioni (…) è un momento delicato per la Lega. Ed è bene affrontarlo con serietà (…) capire fino in fondo quali aspetti hanno portato l’elettore a scegliere diversamente”. Suggerirgli un nome e un cognome non serve. Perché la paternità di una catastrofe elettorale che non è certo la prima, basti ricordare il salviniano “A Milano non vinceremo, stravinceremo“, ha un responsabile preciso. Ed è l’ex segretario della Lega Lombarda (fino allo scorso febbraio), già deputato dal 2006 e che nel 2022 non è stato ricandidato. Picchia duro, il Paolo Grimoldi: Abbiamo perso, purtroppo persino i 5stelle ci hanno superato e siamo appaiati a Calenda e alla “morente” Forza Italia nonostante una affluenza molto bassa al sud” e quindi, perché a parlar chiaro non si ammazza nessuno, aggiunge: “Dignità impone dimissioni immediate”, ma Salvini non ha mai avuto “tanta voglia di lavorare” nonostante sia stato doppiato anche nei risultati di Camera e Senato. Saranno grasse risate…

 

(26 settembre 2022)

©gaiaitalia.com 2022 – diritti riservati, riproduzione vietata

 




 

 

 

 

 

 

 



CRONACA

Pubblicità

LOMBARDIA