PubblicitàAttiva DAZN
15.6 C
Milano
18.3 C
Roma
PubblicitàAltroconsumo Investi

MILANO

Pubblicità

MILANO SPETTACOLI

HomeMilano & Lombardia PoliticaElezioni Lombardia, Mastruzzo (M24A-ET): "Una Legge contro il consumo del suolo"

Elezioni Lombardia, Mastruzzo (M24A-ET): “Una Legge contro il consumo del suolo”

SEGUITE GAIAITALIA.COM MILANO anche su TELEGRAMIscrivetevi al nostro Canale Telegram

di Redazione Politica

Ogni 5 dicembre in tutto il mondo, su iniziativa delle Nazioni Unite e della FAO, viene celebrato il suolo, con lo scopo di aumentare la consapevolezza sulla sua importanza per la vita umana.

Il 10 e 11 dicembre, presso il Centro Congressi dell’Hotel Ramada, in via Galileo Ferraris 40, a Napoli, si tiene il congresso nazionale del Movimento per L’equità Territoriale con l’elezione del segretario, del presidente dell’Assemblea Nazionale e dei componenti del direttivo nazionale.

“Il Movimento per l’Equità Territoriale sostiene ogni misura possibile che limiti l’aumento della temperatura del pianeta e le azioni per un’economia a emissioni zero. In qualità di referente regionale per la Lombardia, chiederò al neo eletto segretario il mandato per un confronto con le forze politiche che si apprestano a presentare i programmi elettorali per le prossime elezioni regionali in Lombardia per capire chi è disponibile a presentare una legge contro il consumo del suolo. Se l’Italia perde 2 metri quadri di suolo al secondo, in Lombardia è allarme per la crescita sregolata del suolo consumato a uso immobiliare logistico, associato alle grandi infrastrutture di trasporto, come la BreBeMi. Sono infatti Brescia, Bergamo e Milano le province lombarde in cui, secondo i dati di ISPRA (Istituto Nazionale per la Protezione dell’Ambiente), si misura la più allarmante crescita di consumo di suolo, con Brescia occupa il triste primato al vertice della classifica del cemento: quasi 900 ettari di suolo consumato negli ultimi 5 anni. E in Lombardia non sono solo strade e capannoni a mettere a rischio il futuro del suolo: agricoltura ed allevamenti intensivi ed eccesso di fertilizzanti sommano al consumo la minaccia alla salute dei suoli. Per noi del Movimento per Equità Territoriale  è fondamentale invertire questo processo avviando immediatamente una mappatura dei tantissimi siti dismessi che invece potrebbero essere reinsediati. È infatti provato il nesso tra l’accumulo e la concentrazione di ricchezza con l’inevitabile conseguente danno ambientale. Per questo motivo sosteniamo la corretta redistribuzione nazionale dell’economia, che grazie all’interdipendenza economica, non toglierebbe nulla ai territori già ricchi, anzi ne avrebbero un giovamento dal punto di vista dell’ecosostenibilità e della salubrità,  rendendo peraltro tutta la nazione economicamente più stabile.”

Così un comunicato stampa di Massimo Mastruzzo, Referente Regionale Lombardia del Movimento per l’Equità Territoriale, in una nota stampa inviata in redazione.

 

(9 dicembre 2022)

©gaiaitalia.com 2022 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 

 

 

 

 



CRONACA

Pubblicità

LOMBARDIA