Pubblicità
22.6 C
Milano
25 C
Roma
Pubblicità

MILANO

Pubblicità

SPETTACOLI

Il Teatro Carcano presenta “Michela Murgia, ricordatemi come vi pare”, il 3 giugno

Sul palco la ricorderanno Lella Costa, Teresa Ciabatti, Marcello Fois, Alessandro Giammei, Alessio Vannetti e Fabio Calabrò
HomeBresciaBrescia, arrestati per terrorismo due 20enni originari del Pakistan

Brescia, arrestati per terrorismo due 20enni originari del Pakistan

Pubblicità
Iscrivetevi al nostro Canale Telegram

Due ventenni di origini pakistane sono stati arrestati dalla Digos di Brescia in quanto “costantemente impegnati nel creare, condividere ed esaltare sul web contenuti apologetici riguardanti Al-Qaeda, l’Isis e la Jihad Islamica Palestinese e la pratica del martirio”. L’ipotesi è quella di apologia aggravata dalla finalità di terrorismo, e per avere diffuso idee fondate sulla superiorità o sull’odio razziale, incitando alla discriminazione o a commettere atti di violenza nei confronti di persone in quanto appartenenti ad un gruppo nazionale, etnico o razziale.

Secondo i risultati delle indagini i contenuti pubblicati dai due si caratterizzavano, scrive Repubblica, “per la radicalità di matrice confessionale antisciita” connotandosi “progressivamente per una peculiare forma di radicalizzazione che coniuga la matrice religiosa con un profondo sentimento antisemita ed omofobo” in un crescendo che ha avuto inizio dal 7 ottobre scorso dopo l’attacco antisemita di Hamas del 7 ottobre.

La notizia dell’operazione antiterrorismo della Polizia di Stato, coordinata dalla Procura della Repubblica di Brescia – Direzione Distrettuale Antimafia e Antiterrorismo, che ha portato all’arresto dei due cittadini di origine pakistana di 20 e 22 anni rispettivamente, “ci fa comprendere quanto sia importante mantenere alta l’allerta rispetto a possibili derive che vanno assolutamente prevenute e bloccate con fermezza”, lo scrive in una nota stampa la sindaca di Brescia Castelletti secondo la quale “i messaggi di odio rivolti all’Occidente, agli ebrei, alle donne e alla comunità Lgbtqia+, di matrice suprematista e neonazista come rilevato dagli inquirenti, non possono trovare spazio in una città come la nostra, che condanna ogni tipo di violenza e abuso, lavorando affinché prevalgano sempre le logiche della pace, dell’inclusione, del dialogo tra i popoli e della convivenza civile”.

“La giustizia farà il suo corso” continua la Sindaca, “ma mi preme rilevare che le forze dell’ordine si impegnano quotidianamente per garantire la sicurezza dei cittadini e che da parte di tutte le Istituzioni c’è la massima collaborazione affinché il nostro tessuto sociale, che è sano e coeso, non venga infettato dal virus dell’odio e della violenza”.

 

 

(4 dicembre 2023)

©gaiaitalia.com 2023 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 

 

 

 

 

 

 



Milano
cielo sereno
22.6 ° C
24.1 °
21 °
65 %
1.5kmh
0 %
Lun
26 °
Mar
28 °
Mer
31 °
Gio
31 °
Ven
31 °
PubblicitàYousporty - Scopri la collezione

CRONACA