PubblicitàAttiva DAZN
10.5 C
Milano
14.9 C
Roma
PubblicitàAltroconsumo Investi

MILANO

Pubblicità

MILANO SPETTACOLI

HomenotizieGrida "Viva l'Italia Antifascista" alla prima della Scala. Identificato

Grida “Viva l’Italia Antifascista” alla prima della Scala. Identificato

SEGUITE GAIAITALIA.COM MILANO anche su TELEGRAMIscrivetevi al nostro Canale Telegram

All’abbassarsi delle luci alla prima della Scala aveva gridato “Viva l’Italia Antifascista” ed era seguito un lungo applauso, poi è stato identificato dalla Digos. Lui è un giornalista 65enne che agli agenti ha detto che avrebbero dovuto legarlo e arrestarlo se avesse detto Vva l’Italia Fascista, perché anche se non sembra e questo governo fa di tutto per dimenticarlo (e farlo dimenticare) la Costituzione dell’Italia è antifascista.

La storiella (tragica) è raccontata dall’ANSA. L’uomo, giornalista 65enne che si occupa di ippica al contrario di troppi esponenti di questa politica superficiale e inutile che all’ippica potrebbero darsi, evitando l’esercizio dello scrivere per il quale, anche per quello, ci vuole competenza, è stato contattato da un agente della Digos alla fine del primo atto e poi all’uscita del teatro da altri quattro i quali hanno spiegato all’uomo, che l’ha “buttata sul ridere” perché solo in un paese da oggi le comiche la cui Costituzione è antifascista si viene identificati per inneggiare all’antifascismo: “Dobbiamo fare così” e hanno fotografato la carta d’identità del 65enne giornalista nel foyer del teatro.

Un paese a rovescio. Avanti così.

 

(8 dicembre 2023)

©gaiaitalia.com 2023 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 

 

 



LOMBARDIA