PubblicitàAttiva DAZN
9.3 C
Milano
9.6 C
Roma
PubblicitàAltroconsumo Investi

MILANO

Pubblicità

MILANO SPETTACOLI

HomeMilano & Lombardia PoliticaIl tribunale dispone la liquidazione per Ki group, guidata in passato da...

Il tribunale dispone la liquidazione per Ki group, guidata in passato da Daniela Santanchè

SEGUITE GAIAITALIA.COM MILANO anche su TELEGRAMIscrivetevi al nostro Canale Telegram

Un “piano di risanamento non credibile” quello di Ki group, una delle società del gruppo biologico in passato guidato dalla ministra del Turismo Daniela Santanchè, gravata da un passivo di oltre 8 milioni e 600 mila euro, per la quale il Tribunale aveva chiesto il fallimento. Secondo i giudici infatti il piano di concordato semplificato pecca di “di manifesta implausibilità”.

Risposte “né esaustive né soddisfacenti”, che “consentono di confidare ragionevolmente, anche nel prossimo futuro nella effettiva realizzabilità e stabilità degli apporti di Bioera”, la società capogruppo, da cui “dipende ineludibilmente l’intera esecuzione del piano concordatario”.

Lo scrive il quotidiano Repubblica citando un “documento di ventidue pagine” con il quale “il tribunale fallimentare di Milano dispone la liquidazione giudiziale”, quello che secondo le vecchie procedure del diritto civile corrisponde al fallimento, per Ki Group srl. Secondo il quotidiano di Maurizio Molinari la decisione potrebbe “innescare nuovi risvolti penali per il management dell’azienda, come un’inchiesta per bancarotta a carico di amministratori ed ex amministratori della srl” risvolti che potrebbero lambire “Daniela Santanchè” che è stata “fino al febbraio 2022 presidente di Bioera, di cui era membro del cda dal 2012. Il suo ex compagno Canio Mazzaro figurava invece come “responsabile delle relazioni con gli investitori”.

Continua Repubblica citando le parole dei giudici Macchi-Pipicelli-Rossetti, secondo la sentenza dei quali il “fatto sopravvenuto dell’ingresso di Bioera in composizione negoziata è particolarmente rilevante, atteso che tutto il piano e la proposta di Ki group srl sono alimentati e sostenuti da apporti finanziari di Bioera” dunque, continua l’articolo, Ki group non può essere salvata dalle risorse finanziarie di Bioera, essendo la capogruppo già gravata da una situazione contabile precaria, che ha portato il management a chiedere la composizione negoziata, venendo meno “la finanza esterna promessa per un importo di 799.100 euro – scrive il tribunale – con la quale nella proposta e nel piano la società ricorrente aveva previsto di pagare alcune categorie di creditori”.

 

(10 gennaio 2024)

©gaiaitalia.com 2024 – diritti riservati, riproduzione vietata

 




 

 

 

 

 

 

 

 

 



CRONACA

Pubblicità

LOMBARDIA