PubblicitàAttiva DAZN
17.2 C
Milano
14.6 C
Roma
PubblicitàAltroconsumo Investi

MILANO

Pubblicità

MILANO SPETTACOLI

HomeBresciaModifiche al regolamento Tari: adeguamento del 4% nel 2024. Quella di Brescia...

Modifiche al regolamento Tari: adeguamento del 4% nel 2024. Quella di Brescia la più bassa d’Italia

SEGUITE GAIAITALIA.COM MILANO anche su TELEGRAMIscrivetevi al nostro Canale Telegram

Confrontandosi con analoghe città italiane (con abitanti tra i 150.000 ed i 250.000 abitanti), Brescia occupa il primo posto della classifica con il costo della TARI più basso d’Italia. Analizzando l’evoluzione della tariffa negli anni dal 2015 al 2022, si scopre che la famiglia bresciana tipo (con 3 componenti che vive in 100 mq) nel 2015 spendeva più di quello che ha speso nel 2022: in termini reali è arrivata a pagare l’1,6% in meno.

La Giunta comunale proporrà nel prossimo Consiglio Comunale l’adozione dell’aggiornamento del Regolamento per l’applicazione della Tassa sui Rifiuti (Tari). Il Piano Economico Finanziario prevede un gettito TARI 2024 pari a 34,5 milioni di euro, con un aumento del 4% sulla tariffa ordinaria rispetto a quella oggi in vigore, che non modificherà il primato bresciano della tariffa più bassa a livello nazionale. Il Piano Economico Finanziario sarà approvato in via definitiva da ARERA che, con delibera delibera 386/2023/R/RIF del 3.8.2023, prevede anche l’introduzione di due componenti perequative obbligatorie che non rientrano nel computo dei costi di riferimento del servizio, ma che tuttavia sono aggiunte nell’avviso di pagamento della TARI con separata evidenza. Sono riferite alla copertura di agevolazioni riconosciute per eventi eccezionali e calamitosi (pari a 1,50 €/utenza), e a rifiuti accidentalmente pescati e volontariamente raccolti in mare/laghi/fiumi/bacini idrici (pari a 0,10 €/utenza).

L’aumento è reso necessario dal recupero inflattivo e dall’aumento del costo del servizio.

Insieme alla modifica del regolamento, la Giunta ha approvato anche l’istituzione della tariffa puntuale per la raccolta porta a porta, su base volontaria, del verde. Tale azione, insieme alle altre che avverranno in futuro, va nella direzione del Piano Regionale di gestione dei rifiuti che prevede, entro il 2027, il raggiungimento dell’obiettivo regionale di 83,3% di raccolta differenziata, 67,8% di riutilizzo e riciclaggio, e 8,9% in meno di produzione di rifiuti pro capite.

Grazie all’esito positivo della prima fase di sperimentazione avviata nel 2021 nei quartieri della Zona Sud di Villaggio Sereno, Don Bosco, Lamarmora, Porta Cremona, Folzano e Fornaci (dove sono stati consegnati in totale 3.941 contenitori), il nuovo servizio di raccolta a domicilio di sfalci e potature verrà ora esteso, su base volontaria, nel resto del Comune di Brescia. A coloro che aderiranno al nuovo servizio di raccolta sarà applicata una tariffazione puntuale, contribuendo così ad avere un servizio più efficiente per migliorare ulteriormente la qualità della raccolta differenziata in città.

Il nuovo servizio di raccolta a domicilio di sfalci e potature è stato oggetto di una sperimentazione nei quartieri indicati, il cui esito positivo ha permesso ora di estenderlo a tutta la città, ma l’adesione resta su base volontaria del singolo nucleo famigliare o cittadino. Questa sperimentazione ha consentito al Comune, interessando un numero limitato di utenze, di testarne le modalità operative con l’obbiettivo di estenderla in futuro anche ad altre frazioni.

Verrà avviata anche una campagna per il compostaggio domestico fornendo la compostiera gratuitamente alle utenze con giardino che attiveranno il servizio di raccolta porta a porta.

Nello specifico, la nuova modalità di raccolta sarà organizzata nel seguente modo: ai contribuenti intestatari di un’utenza TARI che ne faranno richiesta sarà consegnato un contenitore con ruote da 120 o 240 litri (a discrezione dell’utente) adatto per il conferimento degli sfalci e di altro materiale similare (es. foglie, fiori, piante, frutta, ortaggi, ecc.), derivante dalla manutenzione di giardini ed orti. La raccolta verrà effettuata porta a porta, dal 1 febbraio al 30 novembre, una volta alla settimana nello stesso giorno e negli stessi orari della consueta raccolta di carta, vetro e plastica (nel giorno del ritiro già previsto, con esposizione tra le ore 18 e le 21).

La tariffa puntuale sarà così composta:

  • componente fissa a copertura del solo costo del bidone in 2 formati ammortizzato in 5 anni:

bidone da lt 120         5 € (per 5 anni)

bidone da lt 240         7 € (per 5 anni)

consegna contenitore a domicilio 15 €

  • componente variabile commisurata alle effettive esposizioni del bidone rilevate attraverso la lettura del TAG RFID e coprirà il costo del servizio e di recupero dei rifiuti:

svuotamento bidone da lt 120          5,50 €

svuotamento bidone da lt 240          6,50 €

La tariffa puntuale contribuisce al miglioramento delle prestazioni ambientali del sistema di gestione dei rifiuti urbani attraverso il contenimento della produzione complessiva dei rifiuti che è l’obbiettivo principale del Piano regionale dei rifiuti. Tale tariffazione contribuisce anche al perseguimento di una maggiore equità nella ripartizione degli oneri economici legati all’esecuzione del servizio, nel rispetto del principio comunitario di responsabilità, anche in termini economici, perché chi produce più rifiuti paga più TARI.

La tariffazione puntuale scelta a svuotamento e non a canone ha consentito al Comune di efficientare il servizio e ridurne il costo, e consentirà all’utente di pagare effettivamente per il servizio di cui beneficerà, incentivandolo a produrre meno rifiuti.

Le tempistiche di adesione, consegna a domicilio dei bidoni e avvio della tariffazione puntuale sarà differenziata per zone. Sarà possibile aderire al servizio accedendo via internet, con le proprie credenziali, allo Sportello Online TARI Sportello Garbage – Login (garbageweb.it), e compilando online l’apposito modulo, ma anche prenotando un appuntamento allo sportello di Aprica in Via Codignole 31/G attraverso il sito Sportello Tari | Aprica (apricaspa.it). Gli utenti che aderiranno al servizio potranno ritirare gratuitamente il bidone nella sede Aprica di Via Codignole 31/G. Sarà anche possibile la consegna a domicilio, tramite un servizio a pagamento.

È comunque sempre possibile conferire gratuitamente tale tipologia di rifiuti nei centri di raccolta comunali. Una volta che il servizio sarà attivo, verranno rimossi tutti i green service attualmente posizionati nei quartieri.

 

(14 marzo 2024)

©gaiaitalia.com 2024 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 

 

 

 

 



LOMBARDIA