Attilio Fontana, camici, appalti regionali, la Dama e un cognato indagato

di Giancarlo Grassi #Milano twitter@milanonewsgaia #Politica

 

La notizia è riportata dal TGCom24, che non è proprio un pericolosissimo quotidiano comunista, secondo il quale a seguito di verifiche su un appalto regionale di 513mila euro alla società Dama di proprietà della sorella e del cognato del presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana, appalto relativo a forniture di materiale medico, camici nello specifico, il cognato del presidente della Regione Lombardia è indagato dalla Procura di Milano.

Andrea Dini, il titolare della società Dama srl e cognato del governatore Attilio Fontana, e Filippo Bongiovanni, dg della società Aria, la centrale di acquisti regionale, risultano entrambi indagati; il reato ipotizzato è turbata libertà nel procedimento di scelta del contraente relativamente alla fornitura di camici e altro materiale, per 513mila euro appunto, in piena l’emergenza Covid.

Fontana rispondendo ai giornalisti che lo interpellavano sulla questione aveva risposto (anche per iscritto agli inviati di Report) di non sapere nulla della procedura attivata da Aria, “non sono mai intervenuto in alcun modo”. La successiva versione parlava di una donazione e di fatture stornate, lo scrivemmo anche noi. Insomma ci penserà la Procura.

 

(9 luglio 2020)

©gaiaitalia.com 2020 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 




 

 

 

 

 

 

 




Related Articles

SEGUITECI

4,826FansMi piace
2,397FollowerSegui
131IscrittiIscriviti
Pubblicità

ULTIME NOTIZIE

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: