PubblicitàAttiva DAZN
9.5 C
Milano
8.2 C
Roma
PubblicitàAltroconsumo Investi

MILANO

Pubblicità

MILANO SPETTACOLI

HomeCronaca Milano & LombardiaProbabilmente la Polizia passando da lì si è insospettita, ma "Annaviva" aveva...

Probabilmente la Polizia passando da lì si è insospettita, ma “Annaviva” aveva avvisato della deposizione di fiori

SEGUITE GAIAITALIA.COM MILANO anche su TELEGRAMIscrivetevi al nostro Canale Telegram

La faccenda della Digos che avrebbe chiesto residenza e documenti, identificazione in loco inclusa, a dodici componenti l’Associazione Annaviva che stava deponendo fiori sotto la targa dedicata ad Anna Politkovskaja testimoniata in prima persona a Radio 24 da una componente l’associazione, di nazionalità russa, avrebbe altre versioni.

Una riguarda la Polizia di Stato che, nell’esercizio delle sue funzioni, avendo notato nelle vicinanze della targa, avrebbe chiesto informazioni di normale routine, l’altra è la notizia che anche noi riportiamo qui così come è stata raccontata dalla testimone ospite della trasmissione di Alessandro Milan del 19 febbraio, secondo la quale la Digos avrebbe chiesto di identificarli e non si sarebbe allontanata tenendo i dodici sotto controllo fino a quando non si sono definitivamente allontanati.

Di entrambe le versione ha parlato il direttore di Repubblica Maurizio Molinari su esplicita domanda della conduttrice Tiziana Panella, che lo ha ospitato a Tagadà. Aspettiamo altre tre o quattro versione salvo poi lasciar cadere la questione, l’ennesima questione che cade, e continueremo con il volemmose bene. Secondo quanto è emerso dalla trasmissione l’associazione Annaviva aveva avvisato le autorità della deposizione di fiori sotto la targa.

 

(19 febbraio 2024)

©gaiaitalia.com 2024 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 





 

 

 

 

 

 



CRONACA

Pubblicità

LOMBARDIA