E oggi Matteo Salvini ha giocato all’Allegro Virologo

di Giancarlo Grassi #Politica twitter@gaiaitaliacom #Maiconsalvini

 

Ed eccolo di nuovo il Matteo Salvini Zelig: dimenticata la proposta, ormai vecchia, ha già due giorni di vita, del governo-ponte che è servito ad alimentare fintamente la polemica tutta interna all’estrema destra, con Giorgia Meloni oggi il leader leghista ha ripreso a fare a pugni con sé stesso, tirando fuori di nuovo la vecchia solfa del virus costruito dai cinesi in laboratorio.

Poco mancava che tornasse all’allegra storia del risarcimento di 20 miliardi che la Lega doveva chiedere alla Cina, risarcimento che non ha mai spiegato su quali basi potesse essere reclamato. Dal giocare all’allegro risarcimento all’Allegro Virologo il passo è breve, così Salvini getta alle ortiche per qualche ora la sua conoscenza di virus e batteri, e delizia con l sua conoscenza dei meccanismi parlamentari inventandosi una funambolica possibilità di trovare venti parlamentari che sfiduciano il governo e formarne uno nuovo. Così… Salvinamente dimenticandosi di Costituzione, Mattarella, meccanismi parlamentari, regolamenti, puntando direttamente alle elezioni e fottendosene anche di Giorgetti che ha detto a chiare lettere “il centrodestra non è pronto” che significa: la patata bollente del Covid19 se la godano gli altri.

Dunque l’uomo che è stato tutto un selfie per mezza estate, senza mascherina, riconvertitosi al leader istituzionale che cerca voti per far saltare il Governo – ma poi la colpa dell’instabilità è di Renzi – e che dall’inizio della pandemia insieme a Meloni e alle corazzate mediatiche di Mediaset dice esattamente il contrario di ciò che dicono governo, virologi, infettivologi, OMS e medici vari torna, per ritrovare il suo popolo bue incolto e incazzato, alle origini: che è puntare il dito contro qualcuno. Il virus è partito dalla Cina? Bene, rispolveriamo la panzana del laboratorio di Wuhan che lo ha messo in circolo.

Vale sempre per un pomeriggio in parlamento e per le grida dei peones – tanto tocca far venir sera.

L’ennesima uscita segue la preoccupazione di Fontana per gli assembramenti, mentre Gallera faceva jogging fuori dal perimetro del Comune pochi giorni prima, ma preoccupazione poca, e la straordinaria affermazione a Cartabianca di un paio di puntate fa quando Matteo Salvini disse che in Europa governano Zingaretti e Di Maio insieme a Orbán.

Continua insomma il gioco della politichina mentre muoiono novecento persone al giorno.

 

(16 dicembre 2020)

©gaiaitalia.com 2020 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 




 

 

 

 

 

 

 



Related Articles

SEGUITECI

4,631FansMi piace
2,361FollowerSegui
119IscrittiIscriviti
Pubblicità

ULTIME NOTIZIE

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: