A Natale “a portare dei doni ai bambini” e “pranzare insieme ai clochard”: siamo al Matteo Salvini-Babbo Natale

Share post:

di Giovanna Di Rosa #Maiconsalvini twitter@milanonewsgaia #Politica

 

Dopo avere giocato all’Allegro Virologo oggi per Matteo Salvini è il momento di tirare in ballo Babbo Natale. Così dopo avere vissuto giornate dove i leghisti non c’hanno fatto mancare nulla, dalle risse in Senato alle dichiarazioni del leghista che sbatteva le scarpe sui banchi del Parlamento europeo, siamo di nuovo all’ennesima esternazione dell’uomo politico da una dichiarazione al giorno. Che non è mai la stessa.

E’ con riferimento alla chiusura del Natale 2020 che Salvini ha scritto in un post sulla sua pagina Facebook, ripreso da Repubblica,

Mi autodenuncio. Se la scelta del governo sarà che il 25 non si può uscire di casa neanche portare coperta o un piatto caldo a chi dorme in strada e ha freddo; io lo farò lo stesso, come da anni sono abituato a fare, a portare dei doni ai bambini, pranzare insieme ai clochard, il giorno del 25 dicembre. Non potete chiudere in casa il cuore e la voglia di aiutare degli italiani”.

con e noi malpensanti a ritenere che la Lega di Salvini fosse quella che rifiutava i pasti ai clochard a Como perché erano “contro il decoro” e gli strappava le coperte di dosso; o quella che in provincia di Modena voleva schedare informalmente chi elargiva elemosine ai poveri della città; credevamo fosse un partito di maschiacci che ce l’hanno duro e non una congrega di educande propinatrice di battute stucchevoli e mielosamente retoriche come “Non potete congelare il cuore degli italiani” che è quello stesso “cuore degli Italiani”, non quello di Salvini, contro il quale il leader leghista si è sempre battuto nel suo furore anti-accoglienza dei migranti.

Dunque sappiamo cosa il leader leghista farà il giorno di Natale: andrà a pranzo con i clochard. Ce lo ha detto lui. Dimenticando di dire che lo fa per opposizione al governo e non per buon cuore rivelandosi quello che è nonostante i continui cambi di maschera: un opportunista in cerca di consenso, voti e pronto a cavalcare qualsiasi onda, non avendo programmi politici e avendo fallito quando ha detto di averli.

Dunque rassegniamoci anche a questa ennesima, destabilizzante verità: pensavamo fosse un’opposizione e invece era Babbo Natale.

 

(18 dicembre 2020)

©gaiaitalia.com 2020 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 




 

 

 

 

 

 




potrebbero interessarvi

PNRR: a Brescia 2.302 € per abitante a Foggia solo 102

di Pasquale Cataneo e Massimo Mastruzzo* È sempre sgradevole dirlo, ma noi abbiamo fatto seguire alle parole e alle...

E’ iniziata la battaglia per il Pirellone: è il “redde rationem” delle destre

di Giancarlo Grassi Non avendo capito nulla della recente batosta alle amministrative, nonostante Zaia che parla della vittoria delle destre...

Lombardia. Allerta gialla per rischio temporali e rischio idrogeologico

di Redazione Lombardia Il Centro funzionale monitoraggio rischi della Regione Lombardia ha diramato un’allerta meteo gialla (rischio ordinario) in...

Adesso Salvini vuole una centrale nucleare a Baggio, “il mio quartiere”. O dell’avere contezza

di Redazione Politica Una centrale nucleare a Baggio, quartiere popolare a ovest di Milano. E' l'ultima boutade del fantasioso...
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: