Home / Milano & Lombardia Politica / Gallera mentre “sgombera” trova il tempo di scrivere su Facebook ciò che i posteri “dovrebbero” pensare di lui

Gallera mentre “sgombera” trova il tempo di scrivere su Facebook ciò che i posteri “dovrebbero” pensare di lui

di G.G. #Politica

 

Il social permette cose che voi umani non potevate nemmeno immaginare, anche la possibilità di – anche nel caso di esperienze più che discutibili, per non dire fallimentari come quelle dell’ex assessore Gallera – riscrivere il passato ad uso del futuro, di propria mano, e scrivendo quello che ci pare. Di noi e delle circostanze.

Dunque eccolo Gallera il Giubilato per meriti trovare il tempo, mentre “sgombera” per lasciare il posto a Moratti, di scrivere su Facebook ciò che lui pensa di se stesso fregandosene di ciò che pensano gli altri e della realtà delle cose.

 

Ufficio liberato – trasloco ultimato – oggi ho definitivamente chiuso la più intensa esperienza amministrativa della mia…

Pubblicato da Giulio Gallera su Lunedì 11 gennaio 2021

 

Noterete l’assoluta casualità dello scatto che lo ritrae, il Giubilato Gallera con poster di Kennedy in mano, perché bisogna sempre modestamente riferirsi a modelli che siano direttamente proporzionali ai nostri mezzi e possibilmente farne foto pubbliche, non si sa mai, metti che rimettano in moto l’elezione diretta dove bisogna dimostrare prima ciò che si vale e non dopo il poco che si è. Il racconto personalizzato di Gallera non lascia naturalmente spazio alle sue numerose uscite che definire discutibili è fargli un favore he tanto la televisione quanto il web non mancheranno di ricordare.

Tocca quindi sfregiare l’aureo autoritratto digitato dal’augusto Giubilato ricordando alcune perle, dall’ultimo della lunga serie: “Non faccio rientrare personale dalle ferie per i vaccini”, perché non c’è niente di meglio di una battuta di pessimo gusto per togliersi dai casini, facciamo notare sommessamente che dopo questa uscita Salvini ne ha chiesto la testa; il jogging fuori Milano, mentre voi non potevate mettere il naso fuori di casi, voi umani, beninteso; l’allegra storia dei vaccini antinfluenzali inservibili e troppo cari (e bocciati dall’Aifa), perché i soldi pubblici non son mica proprietà privata; l’irritazione contro la Guardia di Finanza che fece visita al Pirellone per effettuare copia forense del cellulare di Gallera e Fontana; il battutone sulle “lussuose stanze private” date ai “pazienti ordinari” malati di Coronavirus; o l’altra sui malati a Bergamo “… Solo il 58% [sic] dei bergamaschi è risultato positivo al Coronavirus”.

Dalla revisione gallerana di lui stesso, mancano altre perle: come quella dove raccontava che “Per infettare me bisogna trovare altre due persone nello stesso momento infette” o quell’altra dove Gallera diceva la “Lombardia ha retto benissimo” mentre da Bergamo portavano via i morti con i camion militari, per concludere con la polemica senza fine sull’istituzione della famosa “zona rossa” che avrebbe salvato Bergamo rispetto alla quale disse prima che “avrebbe dovuto pensraci il governo” salvo poi correggersi: “La Legge” regionale per istituire “subito la zona rossa nel Bergamasco” c’era: perché ho “approfondito”.

Nulla di tutto questo appare nell’autoassoluzione politica che il Giubilato Gallera lascia ai posteri dal suo profilo Facebook, mascherina al volto, aspetto piacente finché dura e poste di JFK in mano. Un tripudio.

 

(13 gennaio 2021)

©gaiaitalia.com 2021 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 





 

 

 




Share and Enjoy !

0Shares
0 0

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi